Legnano

"Babbe Natale" per un giorno, sei pallavoliste di Villa in pediatria

Sei pallavoliste della Mc-Carnaghi Villa Cortese hanno fatto visita al reparto di pediatria dell'ospedale di Legnano donando ai bambini doni e sorrisi

Le sei giocatrici

Sei pallavoliste (Aurea Cruz, Giulia Pincerato, Sarka Barborkova, Caterina Bosetti, Makarè Wilson e Sarah Pavan) della Mc-Carnaghi Villa Cortese con indosso il cappello rosso, con Aurea Cruz che optava, invece, per un cerchio per capelli con Santa Claus,  si sono trasformate in Babbo Natale per un giorno. Imbracciati i sacchi con i doni, difatti, hanno fatto visita alla pediatria dell'ospedale di Legnano.

Le giocatrici rovistando, sotto gli occhi curiosi e impauriti dei giovani ricoverati, hanno trovato macchinine, peluche capaci di conquistare anche i più timidi. Scatenata Giulia Pincerato ha finito in un attimo i regali contenuti nel proprio sacco.

Puro talento di mamma quello “messo in campo” da Makare Wilson che ha saputo conquistare grazie ad un’innata capacità di mettere a proprio agio i pazienti con gesti e sguardi. Chi, come Sarka Barborkova, è ancora a secco di parole italiane per esprimersi si è affidata ad un ciao detto con un sorriso dolce ed aperto. Armata di pennarello per autografi, cartoline, sciarpe e magliette promozionali “I Love Villa”.

Caterina Bosetti, a fine visita, era visibilmente emozionata. “Un bambino su tutti mi ha emozionato. Siamo entrate e stava piangendo, la mamma ci ha detto che era stanco di stare in ospedale, voleva tornare a casa. Noi eravamo lì piene di giocattoli ma incapaci di dargli quello che realmente voleva. Ci sono stati altri, invece, che non vedevano l’ora di aprire la scatola e cimentarsi con il nuovo giocattolo. E’ stato molto bello dedicare questa mattina agli altri, in fondo uno pensa sempre a fare grandi cose. Oggi è stata la dimostrazione che si può far felice qualcuno con un piccolo gesto”.

“Lo sport e il benessere sono intimamente legati fra di loro. Stabiliscono un’alleanza, che dev’essere insegnata fin da piccoli. Oggi le atlete della Mc-Carnaghi hanno portato doni ai nostri piccoli pazienti ricoverati in Pediatria. Queste ragazze hanno mani meravigliose piene di talento, che le stanno facendo conoscere in tutto il mondo. Noi le ringraziamo per la loro gentilezza, il loro sorriso, e la loro capacità di essersi messe a disposizione dei nostri bambini. Rappresentano un esempio positivo per tutti noi”, ha dichiarato Carla Dotti direttore generale dell'ospedale dell'azienda ospedaliera di Legnano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Babbe Natale" per un giorno, sei pallavoliste di Villa in pediatria

MilanoToday è in caricamento