Legnano

"C'è un incendio", ma era solo il barbecue: scoperta piantagione di marijuana

Il fatto

Le piante sequestrate dai carabinieri

Aveva appena acceso il barbecue e aveva fatto così tanto fumo che i vicini pensavano fosse scoppiato un incendio. L'epilogo? È stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Una storia da teatro dell'assurdo quella avvenuta nella serata di martedì 1° agosto a San Vittore Olona, nel milanese; protagonista del fatto un uomo italiano di 43 anni, come riportato in una nota diramata dall'Arma.

San Vittore Olona: carabinieri sequestrano 15 piante di marijuana

Dalla grigliata alle manette, passando per un falso allarme e un intervento dei vigili del fuoco. Dopo che i vicini hanno notato l'alta colonna di fumo nero hanno chiamato i pompieri; arrivati sul posto hanno scoperto che l'alta colonna di fumo era stata causata da un barbecue, non solo: hanno anche notato diverse piante di marijuana e hanno segnalato il fatto ai carabinieri.

I militari dell'Arma hanno trovato quindici piante di marijuana alte fino a due metri. Inoltre tra le mura di casa sono stati trovati anche sessanta grammi di "erba" essicata. Per l'uomo non c'è stata alcuna grigliata, anzi: si sono aperte le porte del carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"C'è un incendio", ma era solo il barbecue: scoperta piantagione di marijuana

MilanoToday è in caricamento