menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scena del crimine (foto Bennati)

La scena del crimine (foto Bennati)

Freddati a colpi di pistola in auto a Canegrate: carabinieri arrestano quattro presunti killer

Avrebbero ucciso per il controllo delle piazze di spaccio nell'hinterland milanese

Sono stati arrestati quattro dei cinque presunti killer che nella serata di giovedì 10 novembre uccisero a Canegrate Alban e Agron Lleshaj, fratelli di ventisette e ventiquattro anni. Si tratta di quattro cittadini albanesi tra 25 e i 39 anni, tre dei quali fratelli.

L'agguato in una sera di metà autunno. I killer sono arrivati mentre le vittime percorrevano via Ancona a bordo della loro Volkswagen Polo. Un colpo, due, tre, una decina esplosi probabilmente dalle macchine in corsa, con la vettura dei due ragazzi che ha tentato una disperata fuga. Poi lo schianto, il ribaltamento. E la morte. 

VIDEO | Le indagini e l'arresto clip

Un duplice omicidio maturato nel contesto di una faida per la gestione del territorio tra gruppi criminali operanti nel traffico e spaccio di stupefacenti, secondo quanto riportato dai carabinieri del comando provinciale di Milano.

VIDEO | L'auto delle vittime crivellata di proiettili dopo la sparatoria

video canegrate omicidio-2

Dopo una serie di spostamenti tra varie città del Centro-Nord Italia, l’Albania e il Belgio, nel tentativo di sottrarsi non solo alle indagini ma anche alle regole del “Kanun” (codice medievale tuttora in uso soprattutto nel nord dell’Albania e alternativo alla legge), gli indagati sono stati catturati dai carabinieri a Altopascio (LU), Zagarolo (RM), e Lier (Belgio), dove si era erano rintanati. Uno di loro è ancora a piede libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento