rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Parabiago Parabiago / Piazzale Vincenzo Cuoco

Rapinò un supermercato nel 2011. Incastrato da un mozzicone

L'uomo è stato incastrato grazie a un mozzicone di sigaretta repertato dai carabinieri e a una fascetta che trovarono sul luogo della rapina

Una fascetta elastica e un mozzicone di sigaretta. Sono questi gli elementi che lo hanno incastrato. Il primo prima lo aveva perso durante il “colpo”, messo a segno il 19 agosto 2011, al Carrefour di Parabiago. Il secondo lo repertarono i carabinieri in seguito a un interrogatorio in caserma. Dopo oltre trenta mesi di accertamenti è stata emessa una ordinanza di custodia cautelare in carcere. In manette: D.G., pregiudicato di 45 anni di Parabiago.

Tutto iniziò al supermercato Carrefour di via Cuoco quando un uomo mise a segno una rapina. Riuscì a scappare, ma perse la fascia elastica che teneva sul viso. Durante il sopralluogo i carabinieri la notarono e la sequestrarono. 

Poco dopo la rapina i militari notarono un pregiudicato in sella ad una bicicletta. Lo fermarono e lo portarono in caserma per un controllo. Aveva con sé alcune banconote per un ammontare complessivo di 450 euro. Si giustificò della somma dicendo di averla vinta alle slot machines in un bar della zona. 

La storia non convinse i carabinieri che repertarono il mozzicone di una sigaretta appena fumata dall’uomo. Scattarono gli accertamenti dei Ris di Parma. Gli accertamenti hanno decretato che il profilo genetico rilevato dalla sigaretta era perfettamente compatibile con quello rilevato sulla fascetta. Così sono scattate le manette. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò un supermercato nel 2011. Incastrato da un mozzicone

MilanoToday è in caricamento