menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

S'"inventano" demolitori: denunciati a Parabiago

La polizia provinciale di Milano e i carabinieri di Legnano e Parabiago hanno posto sotto sequestro un'area dove si svolgeva attività abusiva di rottamazione auto a Parabiago

La polizia provinciale di Milano e i carabinieri di Legnano e Parabiago hanno posto sotto sequestro un'area dove si svolgeva attività abusiva di rottamazione auto a Parabiago. Intervenuti in prima battuta in seguito a segnalazione anonima, i carabinieri di Legnano hanno trovato diverse persone di nazionalità marocchina che caricavano pezzi di auto su un furgone.

Dopo aver riscontrato la presenza di rifiuti – strutture fatiscenti simili a box in un'area di circa 180 metri quadrati in cui erano depositati numerosi pezzi meccanici e di carrozzeria di auto – hanno allertato la Polizia Provinciale di Milano. Gli agenti del comando territoriale di Legnano hanno potuto accertare la presenza di rifiuti misti pericolosi e non: parti di carrozzeria di autoveicoli, parti meccaniche e motoristiche, pneumatici fuori uso, accumulatori, batterie, ingombranti di varia natura.

In base alle testimonianze raccolte è inoltre emerso che i box venivano affittati senza contratto di locazione a cittadini nordafricani che li adibivano a deposito di materiali recuperati da vari autodemolitori della zona.

L'attività illecita consiste nell'abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo. L'area è stata sequestrata mentre sono stati indagati il proprietario dell'area, italiano, e gli occupanti beneficiari dei box, di nazionalità marocchina. “L'intervento della polizia provinciale è risultato fondamentale - dichiara l'assessore alla Sicurezza della Provincia di Milano Stefano Bolognini -, grazie alla importante collaborazione dei carabinieri, per interrompere gravi illeciti ambientali compiuti ai danni dell'ambiente e di cittadini onesti. Priorità di questo ente è contrastare i reati ambientali con ogni mezzo, rafforzando la collaborazione con altre forze dell'ordine e anche attraverso le segnalazioni dei cittadini mentre i nostri agenti sono impegnati quotidianamente nel monitoraggio costante del territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento