menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rapinatore dai modi "cortesi"

Rapinatore dai modi "cortesi"

Punta l'arma per fare una rapina e dice: "Mi scusi davvero, ma non ho alternativa"

E' successo in una sala scommesse sulla statale del Sempione, a San Lorenzo di Parabiago

Una rapina come tante, tranne che per un dettaglio. Spesso i malviventi sono decisi, sicuri di sé, celano la loro psicologia, le loro motivazioni, le loro fragilità. Non stavolta. L'uomo che sabato pomeriggio è entrato in una sala scommesse di Parabiago (frazione San Lorenzo) era spavaldo nel puntare la pistola per minacciare una dipendente - riferisce il Giorno - ma poi si è lasciato andare a uno sfogo personale.

Guardando negli occhi la donna che stava minacciando, le ha detto: "Mi scuso davvero, mi creda ma non ho alternativa. Devo mangiare anch'io". Tutto riferito nell'ambito della denuncia che poi è stata presentata ai carabinieri. Modi cortesi, parole di scuse. In quel momento la sala scommesse era senza clienti. 10 mila euro razziati dalle casse, poi la fuga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento