rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Legnano Canegrate

Consiglio comunale dei ragazzi, l'opposizione: "E' uno spot elettorale"

L'amministrazione: "E' un progetto per la crescita civica dei giovani". Ma l'opposizione ringhia: "A pochi mesi dalle elezioni, è uno spreco di risorse e spot elettorale"

"Quattro anni fa il progetto era credibile, a fine mandato non lo è. E' uno spot elettorale", così commenta il consigliere Giuseppe Iannaccone riferendosi al consiglio comunale dei ragazzi, iniziativa voluta e proposta dall'amministrazione alle scuole medie che dovrebbe avere il suo inizio per l'anno scolastico prossimo 2012-13.

L'assessore alle politiche giovanili e alla pace Paola Nebuloni ha spiegato il regolamento. "E' un'attività educativa per i ragazzi a cui verranno insegnati i concetti di democrazia e di prendere decisioni in base a un bilancio che avranno. Sarà solo propositivo e non decisionale perchè poi i progetti, le idee passeranno al vaglio del consiglio degli adulti. La Gemeaz Cusin, l'azienda che gestisce la mensa scolastica, ha stanziato 5000 euro per questo progetto".

Ecco tutti i punti dai quali l'opposizione ha fatto scaturire tutta la sua perplessità. "Non vorrei che i progetti vengano influenzati da genitori apprensivi o da adulti non inseriti all'interno della scuola e non dai ragazzi. Penso che un consiglio come questo debba puntare sulle loro capacità di riunirsi o di leadership e quindi i progetti li tirerai via", dichiara il consigliere dell'Idv Roberto Mori.

Il rischio che i ragazzi vengano "pilotati" è espressa anche dal consigliere dell'Udc Giacomo Montalbano che incalza: "Mi preoccupa il fine che va oltre la propaganda, ma che si voglia far crescere degli appartenenti politici. E' un altro modo per carpire voti". La necessità e l'utilità del "giovane" consiglio vengono messe in crisi. "In altri comuni è stato fallimentare", prosegue Iannaccone. "A Canegrate serve ben altro. E se con i 5.000 euro si sistemassero gli armadi delle scuole?", dice il consigliere Mori.

La maggioranza risponde alle dichiarazioni dell'opposizione. "Questo è un processo alle intenzioni. Non vedo nulla di strano nel progetto, non sono convinta che si instillino pensieri preconfezionati", dichiara Sebastiana Mereu. "I funzionari comunali dovranno presenziare solo al momento delle elezioni e il consiglio verrà fatto nei due pomeriggi quando il comune è aperto. Dei 5000 euro una parte è per il consiglio'", si difende l'assessore. Il consiglio dei ragazzi, strumento che sarà totalmente in mano ai professori senza influenze come ribadisce il consigliere Luciano Meraviglia, è stato approvato con quattro consiglieri contrari e due astenuti.

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale dei ragazzi, l'opposizione: "E' uno spot elettorale"

MilanoToday è in caricamento