Legnano Corso Magenta

Tentano un colpo in gioielleria in pieno giorno: fermati e arrestati

È successo nel pomeriggio di martedì. I malviventi sono stati fermati dal comandante della polizia locale di Legnano e da un poliziotto, aiutati da un dipendente comunale

La polizia locale sul posto (foto Questa è Legnano/Fb)

In pieno giorno, a volto scoperto e sotto lo sguardo dei passanti. Hanno agito in questo modo i due malviventi che nel primo pomeriggio di martedì hanno messo a segno un colpo nella gioielleria Sironi di via Magenta a Legnano. Stavano per scappare con il bottino — circa 70 mila euro — ma sono stati bloccati da due tutori della legge fuori servizio (Video).

Il fatto. Poco prima delle 14 i malviventi sono arrivati a bordo di uno scooter davanti alla gioielleria e hanno infranto due vetrine della gioielleria con delle mazze da muratore modificate con una punta di acciaio. Il comandante della polizia locale Daniele Ruggeri e un agente della polizia di Stato (entrambi in pausa pranzo) sono intervenuti. È nata una colluttazione al termine della quale, anche grazie all'intervento di un dipendente comunale, sono stati fermati. La refurtiva è stata quasi completamente recuperata dagli agenti della polizia di Stato che hanno arrestato i due malviventi. Quasi completamente, proprio così, all’appello manca ancora un pezzo: un orologio Brietling da circa 2.600 euro.

I delinquenti: B.B. e T.R., rispettivamente di 38 e 47 anni, sono stati arrestati e accompagnati nel carcere di Busto Arsizio, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Devono rispondere dei reati di rapina impropria in concorso e ricettazione (il motorino che avevano usato durante il colpo è risultato rubato).

Il primo cittadino di Legnano Alberto Centinaio ha ringraziato le persone intervenute: «[a loro] va il mio plauso per la tempestività e il coraggio dimostrato. L’amministrazione comunale troverà il modo di premiare la loro azione». 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano un colpo in gioielleria in pieno giorno: fermati e arrestati

MilanoToday è in caricamento