Legnano

Disagi nelle stazioni, tra bar e bagni chiusi, ascensori non funzionanti e intonaci pericolosi

L'incontro tra i sindaci di alcuni Comuni del Nord Milano e Ferrovie Nord

Ascensori non funzionanti da mesi (Foto Gianni Madeddu, Fb)

La stazione ferroviaria di Rescaldina è stata "teatro", mercoledì 8 novembre, di un incontro tra il responsabile stazioni di Trenord e i sindaci di quattro Comuni (la stessa Rescaldina e poi Castellanza, Marnate e Gorla Minore) per fare il punto sulle necessità non più rinviabili delle stazioni di Rescaldina e Castellanza. 

Tanti i disservizi e i disagi non ancora risolti. A Rescaldina, per esempio, mancano i servizi igienici, le macchinette dei biglietti non sempre funzionano correttamente, il bar è chiuso e gli ambienti non vengono sempre puliti a dovere. Inoltre non funzionano gli ascensori. A Castellanza andrebbero sistemati i cedimenti di via Padella, le infiltrazioni dai canali di raccolta del parcheggio nord, gli intonaci esterni e altro ancora. Per entrambe le stazioni, poi, il sovraffollamento in orario di punta.

«Si è aperto un dialogo costruttivo - commenta il sindaco di Rescaldina Michele Cattaneo - che speriamo prosegua fino alla risoluzione definitiva di tutti i problemi posti. Ho chiamato a raccolta i miei colleghi sindaci dei Comuni a nord di Rescaldina: a pagare per i disservizi di Ferrovie Nord sono tutti i nostri cittadini che, giustamente, si rivolgono ai loro sindaci chiedendo un intervento». Erano infatti presenti, come detto, anche Mirella Cerini (primo cittadino di Castellanza), Marco Scazzosi (primo cittadino di Marnate) e Beatrice Bova (vice sindaco di Gorla Minore). Ma sono della "partita" anche i Comuni di Cislago e Olgiate Olona.

Alcuni di questi disservizi appaiono davvero paradossali. L'apertura dei servizi igienici della stazione di Rescaldina, per esempio, era demandata ai gestori del bar. Quando questo ha chiuso, i bagni sono diventati improvvisamente inaccessibili. E di una eventuale riapertura del bar non si sa nulla. Inoltre gli ascensori non funzionano da troppo tempo: si parla di diversi mesi.

Un'altra richiesta di Rescaldina è il posizionamento di una velostazione all'esterno, in uno spazio già trovato dall'amministrazione comunale, per il parcheggio di un centinaio di biciclette. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disagi nelle stazioni, tra bar e bagni chiusi, ascensori non funzionanti e intonaci pericolosi

MilanoToday è in caricamento