Venerdì, 18 Giugno 2021
Loreto Crescenzago / Via Trasimeno

L'assessore difende la barriera "anti rom": "Non siamo buonisti"

Ma Sinistra e libertà attacca: "Via Trasimeno vista solo con l'occhio dell'ordine pubblico"

Una barriera anti camper

La barriera "anti rom" di via Trasimeno, chiesta dal consiglio di zona 2 con voto favorevole anche di parte della maggioranza di centrosinistra, rimane tema d'attualità. Perché da una parte si scatena la polemica a sinistra, dall'altra però il comune accoglie la richiesta e promette che la barriera verrà presto installata.

Sinistra ecologia e libertà si dissocia dal voto bipartisan a favore della barriera, che ha coinvolto anche sette esponenti del Pd, uno di Rifondazione comunista e uno dei Comunisti italiani. I consiglieri di Sel si sono astenuti e Anita Pirovano, coordinatrice cittadina, in una nota dichiara che la mozione considera l'insediamento dei rom "dal punto di vista dell'ordine pubblico invece che delle politiche di welfare e coesione sociale".

Ma Marco Granelli (assessore alla sicurezza) accoglie la richiesta. La barriera (che impedisce l'ingresso a mezzi più alti di un'auto) verrà installata "contro il campeggio abusivo, come in decine di altri casi in città", afferma. E poi: "Non siamo la giunta del buonismo. L'integrazione sociale non vuol dire poter fare tutto quello che si vuole".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore difende la barriera "anti rom": "Non siamo buonisti"

MilanoToday è in caricamento