menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, inseguimento e arresto in via Padova

La storia

Alla vista della Volante è scappato dall’uscita posteriore del locale ed è fuggito. Quindi, una volta raggiunto e bloccato, ha cercato di corrompere gli agenti offrendo loro dei soldi. Poi, dopo il rifiuto dei poliziotti, si è arreso ed è finito in manette. 

Un uomo di ventisette anni, un cittadino albanese con precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, è stato arrestato sabato mattina dalla polizia con l’accusa di essere rientrato clandestinamente in Italia dopo un’espulsione. 

Inseguimento e arresto in via Padova a Milano

Le strade del ventisettenne e degli agenti si sono incrociate fuori da un bar di via Padova, in zona Crescenzago. Quando i poliziotti si sono fermati e sono scesi dall’auto per controllare i clienti del locale si sono subito accorti che uno di loro aveva sfruttato l’uscita posteriore per scappare. 

Da lì ne è nato un inseguimento finito in via Treviso, dopo circa settecento metri, dove il fuggitivo è stato rintracciato e immobilizzato dall’equipaggio di una seconda volante. Ormai senza più possibilità di scappare, l’uomo ha offerto agli agenti duemila euro in contanti in cambio della libertà: una proposta, questa, che gli è costata anche l’accusa di tentata corruzione. 

Il ventisettenne, hanno accertato dalla Questura, era stato espulso dall’Italia con un volo da Bari il 9 marzo scorso. Per lui sono scattate le manette e, presto, un secondo allontanamento. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento