menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Baracche via Rizzoli (foto Cagnolati)

Baracche via Rizzoli (foto Cagnolati)

Via Rizzoli, Cagnolati: "3° incendio doloso in un mese, ora intervenite contro abusivismo"

Queste la richiesta del consigliere di municipio 3 dopo che nei giorni scorsi nella zona si è verificato l'ennesimo incendio

Un intervento deciso e definitivo per ripristinare la legalità. Questa in sintesi la richiesta del consigliere di municipio 3 e capogruppo di Forza Italia, Marco Cagnolati dopo che in via Rizzoli la scorsa settimana si è verificato l'ennesimo incendio.

"Con la presente - si legge nella lettera che il consigliere ha inviato a sindaco, assessori, questura, prefettura, polizia di Stato e carabinieri - vi segnalo l’ennesimo atto criminale verificatosi in via Rizzoli a Milano nella sera del 18 febbraio 2021 dove alcuni ignoti hanno appiccato l'ennesimo incendio, il terzo nel giro di un mese circa".

"Atto vile, criminale e vergognoso - ha continuato Cagnolati - che è accaduto fra l'altro nei pressi del vicino distributore di benzina Q8 con tutti i rischi ed i danni che ne sarebbero potuti conseguire! La situazione è ormai degenerata, servono pattugliamenti, telecamere, recinzioni e maggior controllo di tutta l'area. Chiedo un vostro deciso e vigoroso intervento al fine del ripristino della legalità all’interno di tutta l’area".

"Non si può tollerare più  - ha chiosato il consigliere - la presenza di una situazione di abusivismo come quella che si evidenzia all’interno di questa località in merito alla presenza di orti e strutture abusive né che questa situazioni degeneri ulteriormente visto che sarebbe il terzo incendio doloso nel giro di poco più di un mese".

A sole due settimane dall'ultimo rogo e dopo le fiamme che avevano distrutto la colonia felina lo scorso gennaio e, ancora, l'incendio appiccato alla spazzatura lo scorso ottobre, giovedì scorso si è verificato nuovamente un incendio: a bruciare in questa occasione è stata una baracca vicino agli orti, non lontano al distributore di benzina.

Sul posto erano accorsi i vigili del fuoco che avevano subito domato l'incendio. Non si era registrato nessun ferito e nemmeno i gatti della colonia felina presente in zona, fortunatamente, erano rimasti coinvolti nel rogo. Ma i residenti, esasperati dalla situazione, avevano messo in luce come la vicinanza alla pompa di benzina renda la presenza di continui roghi molto rischiosa, evidenziando un contesto di totale e impunita illegalità in cui i continui fumi tossici rendono anche irrespirabile l'aria.

A rivolgersi alle autorità anche il Comitato del Fiume che ha chiesto "maggiore presenza di forze dell'ordine  per presidiare costantemente la zona, installando dispostivi utili al riconoscimento dei malviventi che perpetrano questi atti" e "verifica sullo stato di legalità delle condizioni degli appezzamenti terrieri con intervento della proprietà per ripristinare la legalità e arginare tali atti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento