rotate-mobile
Loreto Turro / Via Angelo Mosso

Via Padova, no alla cancellata nel giardino del degrado

In zona 2 passa la delibera sui giardini di via Mosso, ma senza la cancellata. La Lega: "Così anziché restituire lo spazio ai cittadini, lo si lascia ai delinquenti"

E' polemica sui giardini di via Mosso (adiacenti a via Padova). Giardini che risultano estremamente degradati soprattutto nelle ore serali, a causa delle frequentazioni non proprio "nobili": spaccio di stupefacenti e prostituzione di transessuali all'aperto. Tanto che i consiglieri di zona 2 si erano recati in sopralluogo tempo fa, ricevendo le proteste degli abitanti, che volevano che il giardino venisse chiuso con una cancellata. L'orientamento iniziale della commissione ambiente di zona era proprio in tal senso.

Ma la delibera approvata il 18 dicembre va in direzione diversa. La cancellata è sparita, "sotterrata" da un emendamento di Sinistra e Libertà. "In questo modo - ha commentato il leghista Samuele Piscina - il giardino è lasciato in mano ai delinquenti invece di essere restituito alla cittadinanza". E' stata anche approvata l'installazione di una fontanella per l'acqua. Secondo Piscina si tratta di un ulteriore passo indietro: "Negli scorsi anni - ha spiegato - la fontana già presente nel parchetto era stata chiusa a causa del gran numero di tossicodipendenti che la utilizzavano per lavare le siringhe".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Padova, no alla cancellata nel giardino del degrado

MilanoToday è in caricamento