Loreto Turro / Via Rovereto

Punta un coltello in pancia alla moglie durante lite

Il fatto sabato mattina

L'uomo è stato indagato

Prima ha insultato la moglie a parole. Poi l'ha minacciata - sempre verbalmente - di morte. Infine le ha puntato un grosso coltello da cucina al ventre, pur senza ferirla.

E' stato arrestato il marito violento che, nella mattinata di sabato 22 luglio, ha dato in escandescenza nell'appartamento di via Rovereto in cui vive con la moglie peruviana di 35 anni e il figlio della coppia, che di anni ne ha dieci. Tutto pare iniziato da una lite per futili motivi, forse di tipo economico.

Ed è stato proprio il piccolo a prendere coraggio e telefonare alle forze dell'ordine vedendo la madre in serio pericolo. La telefonata è arrivata alla centrale operativa alle undici meno venti di mattina e una volante si è subito precipitata in via Rovereto, trovando in casa tutti. 

L'uomo, un italiano di 53 anni con precedenti per minacce e furto, era già stato denunciato dalla moglie in due occasioni, nel 2008 e nel 2014. E' stato indagato per minacce gravi e aggravate e, vista la situazione, d'accordo con il pm Mauro Clerici, la polizia l'ha allontanato d'urgenza dalla casa familiare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta un coltello in pancia alla moglie durante lite

MilanoToday è in caricamento