LoretoToday

Via Adriano, occupata di nuovo l'ex scuola sgomberata nel 2015

La struttura - abbandonata da anni - fu teatro di un omicidio nel 2014

Un'immagine dell'interno (foto Sardone)

E' stata rioccupata l'ex scuola media di via Adriano 60, sgomberata dalla polizia locale (più volte) nel 2015. Lo rende noto la consigliera comunale di Forza Italia Silvia Sardone, residente in zona. «L'area - scrive in una nota - è raggiungibile da chiunque visto che il cancello principale è aperto. Abbiamo trovato veri e propri appartamenti, resti di bivacchi, cumuli di rifiuti e vestiti».

«Il Comune non mette in sicurezza l'area e nulla fa per scongiurare nuove occupazioni», attacca Sardone: «Il degrado è incredibile e non c'è nessun lavoro in corso, nessun operaio, nessun cartello con indicazioni sui tempi degli interventi». Eppure il futuro dell'area sarebbe tracciato, nero su bianco: il Comune ha rilevato l'edificio da Aler a fine 2015. Pochi mesi prima lo sgombero con tanto di varchi messi in sicurezza e presidio della polizia locale. Almeno all'inizio. Anche perché dopo lo sgombero l'area è diventata "palestra" d'esercitazione per i vigili del fuoco. Ma evidentemente solo pro tempore.

L'idea sarebbe stata quella di realizzare due scuole, spazi commerciali ed un parco. L'accordo tra la Regione Lombardia ed il Comune di Milano è stato firmato a novembre 2014. Le dichiarazioni dell'epoca parlavano di soddisfazione per l'intesa raggiunta e un futuro radioso per l'area: «Sono soddisfatta per aver raggiunto un accordo importante che restituirà a Milano un'area in disuso da tempo e molto degradata. Questa è la dimostrazione che quando le istituzioni decidono di dialogare insieme i risultati ci sono», spiegava Paola Bulbarelli, allora assessore regionale alla casa. «Finalmente Adriano 60 verrà restituita all’uso pubblico, per la realizzazione della scuola media che gli abitanti della zona aspettano da tanti anni», si esprimeva l'allora vice sindaco Ada Lucia De Cesaris. 

Ma evidentemente i lavori non sono mai partiti. Eppure nella zona si sentiva la necessità di una nuova scuola media, tanto che nel 2012 la stessa De Cesaris era intervenuta in una assemblea pubblica sul tema, quella volta però l'opzione migliore sembrava essere - per quasi tutti - un'altra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A ottobre 2014, un 25enne era stato ucciso all'interno dello stabile: scaraventato giù da una porta finestra e morto sul colpo. Gli investigatori della squadra mobile avevano poi arrestato un 29enne ricostruendo che i due avevano avuto una lite furiosa e prolungata, originata da futili motivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento