menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazzale Loreto negli anni '30 del XX secolo

Piazzale Loreto negli anni '30 del XX secolo

Piazzale Loreto: meno auto e il metrò "a cielo aperto"

Per la piazza si pensa a una rotatoria obbligata per tutte le auto ma anche a spicchi pedonali e una grande vetrata centrale sopra il mezzanino della metropolitana

Dopo piazza XXIV maggio e piazza Castello, la nuova sfida della giunta di Milano si chiama piazzale Loreto. Per farla diventare una piazza vera, vivibile e fruibile in molti modi, mentre ora appare uno slargo pensato soprattutto - se non quasi esclusivamente - per le automobili. L'obiettivo è abbattere la percentuale di piazza ora inutilizzata (il 25% secondo l'Amat), in modo da aumentare quella destinata ai pedoni e alle biciclette. Nessun progetto, per il momento: se ne parlerà comunque dopo l'Expo e dopo avere raccolto almeno dieci milioni di euro.

Qualche idea, però, circola già. Come riferisce Repubblica, è allo studio un piano per eliminare le direttrici orizzontali automobilistiche che ora attraversano il piazzale (da viale Brianza a viale Abruzzi, ma anche da corso Buenos Aires a viale Monza), creando dunque una rotonda obbligatoria per tutti.

E poi almeno due "spicchi" pedonali a ridosso degli edifici, a lato nord (tra via Andrea Costa e via Padova) e a lato ovest (tra viale Monza e viale Brianza). Forse, infine, verrà data luce al mezzanino del metrò con grandi vetrate sulla piazza.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento