rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Precotto Crescenzago / Via Melchiorre Cesarotti

Cinesi sfruttate, la denuncia: 17 ore/giorno per 700 euro/mese

Tre donne denunciano la padrona per sfruttamento: lavoravano 17 ore al giorno, 7 giorni su 7. I carabinieri fanno irruzione e chiudono il laboratorio

Tre donne cinesi tra i 45 e i 49 anni, tutte irregolari, hanno trovato il coraggio di denunciare la loro situazione di sfruttamento, consentendo così ai carabinieri di fare irruzione in un laboratorio di via Melchiorre Cesarotti, nella zona di via Padova (nella foto l'ingresso per la via).

Le tre donne, giunte in Italia con visto turistico tra il 2004 e il 2007, avevano risposto a un annuncio pubblicato su una rivista in lingua cinese e accettato l'impiego di sarte. La padrona, regolare e incensurata, 42 anni, dava loro vitto e alloggio nel laboratorio ma le costringeva a orari disumani e a una paga misera: 3 centesimi di euro per ogni foulard confezionato, ovvero circa 700 euro al mese.

Ma in cambio di un lavoro di ben diciassette ore al giorno, con tre pause di un quarto d'ora, sette giorni su sette.

Lo scorso marzo le tre cinesi hanno fatto denuncia ai carabinieri, che ieri hanno fatto irruzione nel laboratorio. La padrona e i due soci, cinesi anch'essi, di 43 e 47 anni, sono stati denunciati per sfruttamento dell'immigrazione clandestina e della manodopera clandestina. Il laboratorio è stato chiuso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinesi sfruttate, la denuncia: 17 ore/giorno per 700 euro/mese

MilanoToday è in caricamento