rotate-mobile
Precotto Adriano / Via Trasimeno

Murales autorizzato su cascina del '700

La protesta della Lega: "Rovinato edificio storico, quella non è un'opera d'arte". Il murales è stato autorizzato dal consiglio di zona 2 al centro di aggregazione giovanile che ha sede in cascina

Murales "autorizzati": l'altra faccia dei graffiti, quelli artistici da valorizzare e da diffondere magari usando superfici degradate e/o periferiche, è sempre più diffusa. Le amministrazioni comunali tendono infatti, sempre più spesso, a distinguere le scritte e le "tags", semplici firme che imbrattano i muri degli edifici, dalle opere d'arte belle da vedere e che possono impreziosire la città.

Un esempio positivo, l'iniziativa che ha visto "dipinti" i muri esterni dell'Ippodromo di Milano.

Ma qualche volta si rischia di esagerare. Così, per esempio, al Centro di aggregazione giovanile (Cag) Cattabrega di via Trasimeno (quartiere Adriano), almeno secondo la Lega Nord di zona 2. Che ha chiesto l'autorizzazione a realizzare murales su una delle cascine storiche milanesi (settecentesca) a scopo educativo e artistico. Autorizzazione accordata dal consiglio di zona 2. "Scritte e disegni sui muri della cascina ristrutturata negli anni '90: non un'opera d'arte ma un vero e proprio danno al quartiere", secondo il capogruppo leghista Samuele Piscina.

"Il messaggio è la legittimità di rovinare gli edifici milanesi scrivendo sui muri", continua Piscina. La richiesta della Lega è quella di ripristinare al più presto il colore originario del muro della cascina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Murales autorizzato su cascina del '700

MilanoToday è in caricamento