menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli ovuli di cocaina

Gli ovuli di cocaina

Quasi un chilo di cocaina nella Leocrema e nel bagnoschiuma: trafficante arrestato in hotel

In manette un 26enne. I carabinieri lo hanno seguito fino in albergo e lo hanno arrestato

Il carico lo aveva sistemato in due flaconi di crema e bagnoschiuma. Poi aveva messo quegli stessi flaconi in un trolley rosso e con quello, verosimilmente, ha volato dal Sudamerica fino a Milano, dove il suo viaggio è finito.

I carabinieri della stazione Garibaldi hanno arrestato martedì sera un ragazzo di ventisei anni, cittadino dominicano, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I militari, impegnati in un servizio antidroga fuori dalla stazione Centrale, hanno notato il giovane mentre contrattava con un uomo proprio davanti allo scalo ferroviario prima di fare una telefonata, parlando a bassa voce e guardandosi intorno. I carabinieri, tutti in borghese, lo hanno poi visto incamminarsi verso via Vitruvio, dove è entrato in un albergo a tre stelle.

Insospettiti dall'atteggiamento del ragazzo, gli investigatori hanno deciso di parlare con il receptionist dell'hotel, che ha spiegato che il 26enne nel pomeriggio aveva telefonato e prenotato una stanza per una sola notte. A quel punto, i militari hanno bussato alla porta del giovane e lo hanno perquisito.

Dalla sua valigia, nascosti tra gli abiti, sono saltati fuori un flacone di un litro di bagnoschiuma - messo in un jeans arrotolato - e un secondo flacone di 400 ml di Leocrema - "inserito" in una scarpa -, entrambi ricoperti con lo scotch. Ai carabinieri è bastato aprire le due confezioni per trovare ottanta ovuli di cocaina: settantuno nel bagnoschiuma e altri nove nella crema, per un peso totale di novecento grammi.

Il 26enne, hanno poi accertato i militari, era stato "censito" domenica sera al suo arrivo all'aeroporto di Malpensa: è molto probabile, quindi, che quel giorno fosse sbarcato con il carico dal Sudamerica e che martedì sera fosse in attesa dell'uomo incaricato di ritirare la droga per chiudere l'affare. I carabinieri, però, hanno fatto prima di lui. 

Foto - La droga sequestrata

carabinieri ovuli cocaina 1-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento