Stazione Centrale Stazione Centrale / Piazza Duca d'Aosta

Ladre arrestate subito dopo il furto in metro: entrambe incinte, portate in carcere (per ora)

In manette una 20enne e una 30enne, entrambe in gravidanza: fermate dalla polizia

Erano riuscite a mettere a segno il colpo. Ma, purtroppo per loro, a osservarle c'erano gli agenti in borghese. Due donne, una di venti e una di trenta anni, entrambe rom, sono state arrestate lunedì mattina in metropolitana con l'accusa di furto pluriaggravato in concorso. 

Le due, stando a quanto riferito dalla Questura, sono entrate in azione verso le 9 sulla banchina della M3 nella stazione di Centrale, in direzione San Donato. Nel loro mirino è finito un uomo italiano di sessantacinque anni che al quale hanno sfilato il portafogli dalla tasca mentre saliva a bordo della gialla. Le due sono state talmente "brave" che il 65enne non si è minimamente accorto del furto ed è entrato in metro allontanandosi. 

Il "blitz", però, non è sfuggito agli agenti della Polmetro, che le hanno immediatamente bloccate. Le due - al quinto mese di gravidanza la più giovane e al settimo l'altra - sono state portate nel carcere di San Vittore e saranno processate per direttissima. Dato lo stato di gravidanza, è molto probabile che la loro condizione non venga giudicata compatibile con la detenzione in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladre arrestate subito dopo il furto in metro: entrambe incinte, portate in carcere (per ora)

MilanoToday è in caricamento