Stazione Centrale Stazione Centrale / Piazza Duca D'Aosta

I giovani dei centri sociali accolgono i migranti: "Benvenuti rifugiati"

Cori e scaramucce con un presidio leghista in Stazione centrale; il leader del Carroccio Matteo Salvini non si è presentato

Calcio davanti alla Stazione centrale

Due manifestazioni contrapposte sono andate in scena lunedì nel tardo pomeriggio in piazza Duca d'Aosta. Da una parte i militanti della Lega Nord - con tutti i consiglieri comunali leghisti a Palazzo Marino - contro lo sbarco di profughi, che hanno aspettato invano l'arrivo del leader Matteo Salvini (che, è stato detto dalla segreteria, non si è presentato "per i troppi impegni"); dall'altra i ragazzi dei centri sociali, che hanno esposto un cartellone dove davano il benvenuto ai rifugiati. 

Gli antagonisti, separati dai pochi manifestanti del Carroccio da un cordone di carabinieri e polizia, hanno accusato i leghisti di essere "fascisti" e hanno installato due porte di calcio in mezzo alla piazza invitando i profughi a giocare a pallone. 

Non si sono verificati scontri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giovani dei centri sociali accolgono i migranti: "Benvenuti rifugiati"

MilanoToday è in caricamento