Stazione Centrale Piazza Duca d'Aosta

Stazione centrale: centinaia di profughi in arrivo dalla Siria

Tra di essi anche una ventina di bambini. Majorino (Politiche sociali): "Siamo quasi al collasso, Regione e Governo ci devono aiutare"

Volontari in azione (foto Fondazione Progetto Arca)

Più di cento persone di origine siriana, che stanno fuggendo dal conflitto, sono in Stazione centrale in queste ore, arrivati dalla Sicilia. Tra questi ci sono anche molti bambini.  

A questi vanno aggiunte 22 persone arrivate spontaneamente nel centro di accoglienza di via Fratelli Zoia e altre 18 inviate dalla Questura. "Abbiamo esaurito la nostra capacita' di accoglienza - e' l'allarme dell' assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino -. Nei prossimi giorni rischiamo di essere costretti a non poter dare piu' ospitalita' nelle nostre strutture".

"Assistiamo a una totale assenza di una politica nazionale dell'accoglienza", attacca l'assessore.

"A fronte di una positiva collaborazione con la prefettura - aggiunge - non possiamo che registrare una totale incapacita', a livello di governo centrale, di gestire dei flussi che sono ampiamente ipotizzabili, dato che queste persone sono gia' presenti sul territorio nazionale". I profughi verranno ospitati nei due centri di via Fratelli Zoia e via Aldini, gia' adibiti all'accoglienza in emergenza delle famiglie siriane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione centrale: centinaia di profughi in arrivo dalla Siria

MilanoToday è in caricamento