rotate-mobile
Stazione Centrale Stazione Centrale / Via Melchiorre Gioia

Rapina un dipendente Atm dell'auto aziendale, poi razzia tre edicole

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri dopo 70 minuti di follia. Si tratta di un soggetto, pluripregiudicato, definito pericolo dalle forze dell'ordine che l'hanno fermato

70 minuti di follia. Solo così può essere definito quel lasso di tempo che dalle 5.30, momento della prima rapina, alle 6.40, momento dell'arresto, ha permesso ad un 49enne di origini campane di rapinare un uomo della sua auto puntandogli un coltello alla gola e di minacciare tre edicolanti, nel giro di pochi isolati, portando via l'incasso di uno di loro.

Rapina farmacia Melchiorre Gioia

Vincenzo Abagnato, pregiudicato abituato ad entrare ed uscire dalla prigione, è stato fermato, accerchiato, da due gazzelle dei carabinieri in via Pianell, zona Fulvio Testi, alle 6.40. Le scorribande dell'uomo avevano fatto attivare tutte le squadre del nucleo radiomobile in servizio. 

Di primo mattino, il 49enne si era presentato al cancello della fermata Gioia della Metropolitana. Lì, mentre un 30enne dipendente dell'Atm di origini catanesi stava aprendo il cancello della stazione, il malvivente, con problemi di tossico dipendenza, gli aveva puntato un lungo coltello alla gola, costringendolo a consegnarli le chiavi della macchina, l'auto aziendale dell'Azienda dei trasporti.

Una volta in possesso della Fiat Punto sponsorizzata Atm, Abagnato si era presentato alle 6 del mattino in via Graziano Imperatore davanti ad un edicolante cingalese chiedendogli di consegnarli il contante, la reazione scomposta del proprietario, aveva fatto desistere il ladro che già 15 minuti più tardi era davanti ad un'altra edicola nel piazzale dell'ospedale Maggiore, da qui va via con 250 euro. Non pago, alle 6.30 circa l'uomo provava a rapinare una terza edicola in piazza Belloveso, senza riuscirci. 

?Solo 10 minuti dopo i carabinieri gli stanno addosso e lo bloccano con una manovra di accerchiamento. In un ultimo estremo tentativo di fuga, il balordo sbatte con la Punto contro quattro vettura parcheggiate nella strada. 

I militari che l'hanno fermato l'hanno riconosciuto come l'autore di una rapina ai danni della farmacia Melchiorre Gioia, nell'omonima via, giorno 4 marzo alle ore 19 circa. L'uomo, che in quell'occasione aveva minacciato clienti e medici con un'arma, aveva rubato circa 800 euro ma era stato filmato dalle telecamere di sicurezza. Dovrà rispondere anche per quella rapina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina un dipendente Atm dell'auto aziendale, poi razzia tre edicole

MilanoToday è in caricamento