rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Loreto Via Tarvisio

Via Tarvisio, prende una scossa da 23 mila volt: ladro di rame sopravvive

Il fatto è accaduto la notte scorsa a Milano. L'uomo è stato ricoverato per ustioni ma non è in pericolo di vita. Le sue mani si sono quasi carbonizzate

Un uomo senza fissa dimora di 49 anni la scorsa notte in via Tarvisio, a Milano, ha rischiato la vita. Stava cercando di smontare i cavi di una cabina elettrica per rubare del rame quando ha preso una scossa elettrica da 23 mila volt. L'uomo, A.F. Bosniaco, è ricoverato in prognosi riservata per le ustioni e lo choc, ma non sarebbe infatti in pericolo di vita.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri il ladro di rame ha aperto la porta di ferro della cabina elettrica con un piede di porco e poi ha cominciato a smontare fasci di rame con un grosso cacciavite. Ma deve aver toccato un cavo portante, e ha preso una terribile scossa.

La corrente elettrica lo ha attraversato dalla mano con cui stava lavorando (il cacciavite è stato trovato attaccato all'impianto, fuso) fuoriuscendo dai piedi, e gli ha procurato estese ustioni soprattutto alle estremità, semi carbonizzate. L'uomo, nonostante lo shock, è riuscito ad allontanarsi e a tornare fino al suo giaciglio, dove è stato poi individuato dai militari che hanno fatto subito intervenire il 118.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Tarvisio, prende una scossa da 23 mila volt: ladro di rame sopravvive

MilanoToday è in caricamento