Loreto Cimiano / Via Padova

Il supermercato in via Padova che "preferisce commessi filippini o cingalesi". Insorge la Lega

Un mini-market etnico, in via Padova, pubblica l'annuncio per la ricerca di un lavoratore "possibilmente filippino o cingalese". Piscina (Carroccio): "Italiani discriminati"

Annuncio solo per stranieri in via Padova

Un mini-market etnico, in via Padova, pubblica l'annuncio per la ricerca di un lavoratore "possibilmente filippino o cingalese". Una prassi consolidata ormai in molti negozi e attività a proprietà straniera in città: più facilità di rapporto, assonanza di lingue o cultura, più dimestichezza con i prodotti da vendere. E' rarissimo, per esempio, vedere dipendenti europei o italiani nelle tante aziende o locali cinesi presenti a Milano. 

Ma la scintilla e' bastevole e sufficiente per montare la protesta politica.

Attacca la Lega Nord per voce di Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio in Cdz2: «Il dato di fatto è che la politica di coesione sociale adottata per 4 anni e mezzo da questa amministrazione a discapito della sicurezza e degli onesti cittadini, ha miseramente fallito a causa degli stessi immigrati che non dimostrano la volontà di integrarsi. Gli extracomunitari si sono insediati talmente bene nel territorio da prenderne il controllo, prima sotto il profilo dell’ordine pubblico e degli esercizi commerciali, ora discriminando gli italiani sui posti di lavoro».

«La domanda sorge spontanea - continua -: considerando che chi risiede nel nostro paese dovrebbe integrarsi e parlare perlomeno la nostra lingua, cosa avrebbe in più un extracomunitario per essere favorito a un cittadino italiano? Forse il fine potrebbe essere quello di assumere i lavoratori in nero salariandoli con poche decine di euro al mese, sfruttandoli e non pagando le tasse? O forse potrebbe essere quello di cercare di emarginare i pochi italiani rimasti nel quartiere così da indurli a trasferirsi?».

«Il quartiere è diventato sempre più un ghetto dove a comandare sono gli extracomunitari e non le forze dell’ordine. Questi atti di razzismo nei confronti dei cittadini italiani sono un chiaro segnale di quanto la situazione sia ormai fuori controllo», conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il supermercato in via Padova che "preferisce commessi filippini o cingalesi". Insorge la Lega

MilanoToday è in caricamento