menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ig/werunthestreetsmilano

Foto Ig/werunthestreetsmilano

A Milano tra Valentina e Diabolik nasce un distretto del fumetto

L'ultima opera è stata conclusa lunedì 19 aprile in via Pesto, zona Navigli

Lunedì gli artisti di We run the streets Milano hanno terminato l'opera con i disegni di Diabolik ed Eva Kant riqualificando un muro di via Pesto, nella zona dei Navigli e non lontano dalla chiesetta di via San Critoforo. È così che a Milano  prende sempre più forma il distretto del fumetto: nei giorni scorsi un altro murales era stato dedicato a Guido Crepax e al suo personaggio Valentina.

"Diabolik prende vita nel Municipio 6 in una grande nuova opera di street art, un muro di oltre 500mq - annuncia il presidente di zona, Sandro Minniti -. Oltre ad essere una celebrazione dell’arte del fumetto e della street art, queste opere sono un tributo alla città di Milano: il muro di Valentina ne celebra la storia, dal secolo di Leonardo da Vinci ai giorni nostri. Diabolik, invece, con la sua fuga in coppia con Eva Kant, ci accompagna in un tour del nostro Municipio, passando dal quartiere Barona, Giambellino, Solari e Navigli".

Sia Valentina sia Diabolik sono creature partorite dall'immaginazione di artisti milanesi: della prima, appunto, è papà Guido Crepax, mentre il famosissimo ladro è nato dalla penna delle sorelle Angela e Luciana Giussani nel 1962 e le sue avventure vengono pubblicate ancora dopo sessant’anni dalla casa editrice Astorina.

"Il risultato di quest’opera - ha evidenziato Minniti - è il frutto di una lunga collaborazione tra il Municipio 6, la Casa editrice Astorina, il condominio di via Savona 97 (proprietario dei muri), il Museo delle Culture di Milano Mudec e gli sponsor tecnici ed economici NewLac, Consorzio Bramante e Vibrostop, azienda che ha sede proprio al di là del muro su cui i giovani artisti di We Run the Streets hanno realizzato, attraverso le loro bombolette, questo straordinario lavoro. L’obiettivo è di far crescere il nuovo Distretto del Fumetto, così da poter continuare a migliorare il nostro territorio, attraverso la celebrazione dell’arte, in ogni sua forma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento