Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Niguarda Maciachini / Via Carlo Imbonati

Arrestate mamme pusher: 380 chili di droga in casa, i bambini 'chiusi' nel solaio con l'hashish

L'hashish è stato trovato nel solario della casa. Lì dentro c'erano anche due bimbi. Video

I due bimbi, undici e dodici anni, gli agenti li hanno trovati chiusi nel solaio, tra un "mare" di droga. Quello stesso mare di droga che la mamma dei bambini e una sua amica vendevano nelle zone nord di Milano. 

Due donne - una 37enne marocchina con regolare permesso di soggiorno e una 23enne, anche lei marocchina - sono state arrestate giovedì sera dalla polizia locale di Milano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Video: ecco il blitz della locale

I guai due per le due sono iniziati verso le 20 in via Imbonati, dove i ghisa si sono imbattuti nella 37enne, che alla vista dell'auto dei vigili ha cercato di fuggire buttando via un panetto di hashish di circa ottanta grammi. Bloccata, la donna è stata portata a casa, un appartamento proprio in via Imbonati. Nell'abitazione sono stati trovati altri cinquanta involucri di droga - peso totale un chilo e trecento grammi - e la 23enne, madre di una bimba di tre anni. 

Durante la perquisizione, gli agenti hanno sentito dei rumori che provenivano dal solaio e hanno deciso di verificare a cosa fossero dovuti. Lì dentro, i ghisa hanno trovato quasi 380 chili di droga e i due bimbi, figli della 37enne. 

Loro sono stati affidati ad una comunità protetta, mente la bambina di tre anni è stata lasciata alla madre, al momento in cella. 

“Gli agenti della Polizia Locale – ha spiegato il comandante Marco Ciacci – agiscono spesso su segnalazione di cittadini che ci avvertono di situazioni di possibile spaccio. Prestiamo sempre molta attenzione a tutte le indicazioni che ci vengono fornite e in questo caso si sono rivelate particolarmente efficaci. L’Unità contrasto stupefacenti quest’anno ha effettuato 99 arresti per spaccio di sostanze stupefacenti. Ma a fianco dell’attività di repressione, interviene tutti i giorni nelle aree limitrofe alle scuole e ai parchetti frequentati dai giovani insieme all’unità cinofile come prevenzione”. 

“Il presidio del territorio – ha aggiunto la vicesindaco Anna Scavuzzo – è fondamentale ed è possibile anche grazie al dialogo continuo con i cittadini. Ringrazio gli agenti per l’ottimo lavoro svolto, in un’operazione delicata che ha visto il coinvolgimento di due madri e di tre bambini, con una ingente quantità di droga: un contesto che desta preoccupazione. Questi minori vanno tutelati e allontanati dal degrado in cui sono stati costretti a vivere”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestate mamme pusher: 380 chili di droga in casa, i bambini 'chiusi' nel solaio con l'hashish

MilanoToday è in caricamento