Mercoledì, 22 Settembre 2021
Isola Garibaldi Isola / Via Federico Confalonieri

Donne vittime del lager nazista: ridipinta la panchina rossa vandalizzata

Molti volontari, tra cui tre consiglieri comunali, all'Isola sabato mattina

Fb Elica Rossa

Ridipinta e, stavolta, non con un fiore ma con due. E' stata ripristinata sabato mattina la panchina rossa di via Confalonieri, all'Isola, in memoria delle donne imprigionate nel campo di concentramento di Ravensbrück, che era stata vandalizzata nei giorni scorsi.

Ignoti l'avevano graffiata con carta vetrata: non, quindi, una bravata, ma un'azione pensata e preparata. Ora è di nuovo rossa "fiammante", e i fiori sono diventati due. L'operazione di ripristino è stata messa in atto sabato mattina a cura della stessa associazione (Elica Rossa) che aveva voluto la panchina. In tanti si sono dati appuntamento in via Confalonieri: tra loro i consiglieri comunali di Milano Progressista Anita Pirovano e Paolo Limonta, ma anche Diana De Marchi (Pd). E poi diverse associazioni tra cui Anpi, Aned e il Comitato Internazionale Ravensbrück.

panchina rossa a isola - fb elica rossa ridipinta-2

«Samo in tanti a pensare che solo dalla nostra memoria collettiva possa nascere un futuro basato sul rispetto, l'equità e la solidarietà. Siamo resilienti e la nostra resistenza culturale non verrà sconfitta», si legge in una nota di Elica Rossa.

Aperto nel 1939, il campo di concentramento di Ravensbrück, era il più grande campo di concentramento femminile della Germania nazista. Fu teatro, tra l'altro, di esperimenti medici criminali. Liberato dalle forze dell'Armata Rossa il 30 aprile 1945, si stima che vi siano state internate circa 130 mila persone, quasi tutte donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne vittime del lager nazista: ridipinta la panchina rossa vandalizzata

MilanoToday è in caricamento