Sabato, 12 Giugno 2021
Niguarda

A Bruzzano un presidio per la scuola materna: 2 milioni di euro stanziati ma i lavori tardano

E' una battaglia che i genitori degli alunni della scuola materna di Via del Volga a Bruzzano portano avanti dal 2007. Da allora i bambini trasferiti in locali provvisori aspettano che il vecchi edificio sia demolito e ricostruito

Sit-in di protesta fuori dalla scuola materna di Via del Volga a Bruzzano in data 26 maggio per le promesse non mantenute dagli assessori Simini e Moioli.

Tutto è iniziato il 23 marzo del 2007 quando la Giunta Comunale approvò il progetto preliminare per la demolizione e ricostruzione della scuola materna di Via del Volga a causa della struttura in pessime condizioni e alla presenza di amianto nell’edificio.

Il giugno di quell’anno il Consiglio Comunale inserisce nel bilancio quasi 2 milioni di euro per il progetto della scuola materna; così i bambini all’inizio dell’anno scolastico vengono trasferiti in locali provvisori nella scuola elementare di Via dei Braschi sempre a Bruzzano.

Il consigliere comunale del PD, Marco Granelli, chieste spiegazioni nell’aprile del 2008 di come mai non siano ancora cominciati i lavori; si sente rispondere dagli assessori Simini e Moioli che entro ottobre dello stesso anno sarà conclusa la progettazione definitiva e quindi saranno iniziati i lavori.

Comincia così una serie di sollecitazioni da parte del Consiglio di Zona 9 agli assessori competenti, i quali continuano a rimandare e ad assecondare le richieste solo sulla carta, dichiarando che deve solo essere predisposta la gara d’appalto.

Tutto ciò ha portato al presidio che oggi si è tenuto alle ore 16.00 fuori dalla scuola materna al motto di “Bruzzano non può più attendere” e “Rivogliamo la materna” organizzato dalla sezione PD della zona e che vedeva presenti genitori e bambini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bruzzano un presidio per la scuola materna: 2 milioni di euro stanziati ma i lavori tardano

MilanoToday è in caricamento