Giovedì, 24 Giugno 2021
Niguarda

Violenza sessuale, ha evitato lo stupro staccando la corrente al palazzo

Si è salvata da uno stupro nella cantina del suo palazzo togliendo la corrente a diversi appartamenti. E’ successo ad una giovane donna italiana che prima è stata derubata e poi ha subito un tentativo di violenza sessuale. Ad aggredirla, secondo la giovane, un nordafricano

Si ì salvata da un tentativo di stupro nella cantina del suo palazzo, staccando la luce.

Dopo aver parcheggiato la macchina nel box, la giovane italiana 31enne si è avvicinata agli ascensori per salire nel suo appartamento. A quel punto la ragazza è stata aggredita da un uomo, probabilmente nordafricano, che l’ha prima derubata di soldi e telefonino e poi ha tentato la violenza.

La donna è però riuscita a staccare alcuni contatori dell’elettrica ed attirare così l’attenzione di alcuni condomini, ritrovatisi di colpo senza luce in casa. Il rumore dei condomini che scendevano nei parcheggi, per ripristinare controllare la situazione, ha messo in fuga lo stupratore.

Aggiornato alle 15.24 del 5 novembre


L'ha bloccata davanti all’ascensore, l’ha rapinata e trascinata in cantina, dove ha tentato di straparla. Lei ha resistito e l’uomo, probabilmente straniero, si è dato alla fuga.

Tutto questo è successo ad una italiana di 31 anni che vive in Via Vignati, periferia nord della città.

Secondo quanto riferito dalla ragazza, intorno alle 21 l’extracomunitario l’ha trascinata in cantina dopo averle rubato contanti e il cellulare. Lì ha cercato di violentarla, ma la resistenza della giovane, lo ha convinto a desistere prima e alla fuga poi.

La giovane ha poi dato l’allarme e i carabinieri sono intervenuti. La donna è stata poi portata alla clinica Mangiagalli, dove si trova il centro Soccorso violenza sessuale.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale, ha evitato lo stupro staccando la corrente al palazzo

MilanoToday è in caricamento