Niguarda Niguarda / Via Ettore Majorana

Giovane aggredita e stuprata nei giardinetti accanto al Niguarda: stava girando una fiction

Vittima dell'incubo è una ragazza peruviana di 21 anni. La giovane era appena uscita dall'ospedale

Immagine di repertorio

Le ha puntato un coltello alla gola e, dopo averla rapinata, l'ha trascinata in una siepe dopo la pista ciclabile di via Ettore Majorana, davanti all'ospedale Niguarda e l'ha stuprata.

Vittima dell'incubo è una ragazza peruviana di 21 anni. La giovane era appena uscita dall'ospedale Niguarda, dove aveva partecipato come comparsa ad una fiction che si sta girando all'interno del nosocomio.

Erano circa le 19 di lunedì e subito dopo la violenza la ragazza si è rivestita ed ha trovato il coraggio di tornare in ospedale per farsi visitare. Poi è stata trasferita nel centro specializzato della clinica Mangiagalli, dove è stata confermata la violenza sessuale. E dopo ha denunciato l'accaduto ai carabinieri della stazione Gorla, della Compagnia Porta Monforte che pochi giorni fa hanno arrestato 'Cavallo', un membro di una gang latina che aveva stuprato due donne ed è stato incastrato dal Dna.

Il violento del Niguarda è stato sommariamente descritto dalla vittima: sembrava un cittadino dell'Est Europa, tra i 30 e 40 anni, dopo l'aggressione è scappato a bordo di una bici. Ora i militari stanno passando al settaccio le immagini delle poche telecamere della zona, così come hanno fatto gli uomini della Squadra Mobile poco tempo fa per il caso dell'anziana stuprata al Parco Nord. La speranza, questa volta, è che da lì possa venire fuori qualcosa di buono per le indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane aggredita e stuprata nei giardinetti accanto al Niguarda: stava girando una fiction

MilanoToday è in caricamento