rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Niguarda

Stavano “disegnando” il metrò giallo: writers arrestati in flagrante

E' successo la scorsa notte al capolinea Maciacchini: quattro “graffitari” di origine greca sono stati sorpresi e arrestati dai carabinieri mentre imbrattavano i convogli del metrò giallo. Sequestrate dai militari anche 54 bombolette spray, due videocamere e una macchina fotografica: servivano per documentare la realizzazione delle scritte

Sono finiti in manette con l'accusa di danneggiamento aggravato, quattro writers greci che la scorsa notte sono stati sorpresi dai carabinieri mentre imbrattavano i convogli della metropolitana gialla. Il fatto è successo al capolinea Maciachini. I quattro graffitari, così vengono chiamati in gergo, sono stati colti nella flagranza di reato mentre si divertivano a disegnare i treni fermi al deposito. Erano arrivati dalla Grecia ieri e in tasca avevano un biglietto aereo per rimpatriare domani.

Invece dovranno rispondere dell'accusa di danneggiamento, con processo per direttissima, e dovranno pagate una sanzione di 500 euro. I militari che li hanno sorpresi hanno confiscato loro anche 54 bombolette di vernice spray, due videocamere e una macchina fotografica. All'interno dei tre apparecchi erano state documentate le bravate.

De Corato
“A furia di perseguire una linea buonista, Milano è diventata il polo di attrazione degli imbrattatori di mezza Europa, che si fanno pure dei mini-viaggi dalla Grecia con il solo scopo di venire a sporcare la città”. Lo ha detto il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato che contro i “graffitari” ha già da tempo usato il pugno di ferro.

“Contro i writer dall'otto agosto è stata inasprita la pena - ha ricordato -. Tanto che chi imbratta mezzi di trasporto pubblico o privati rischia la reclusione fino a sei mesi. Ma in caso di recidiva può arrivare a due anni, oltre a una multa di diecimila euro. Tutto questo sulla carta. Perché poi sappiamo bene che è sempre pronto lo sconto. E non può essere un caso che Milano sia meta del turismo di graffitari tedeschi, spagnoli, finlandesi, ora greci”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stavano “disegnando” il metrò giallo: writers arrestati in flagrante

MilanoToday è in caricamento