Porta Nuova Corso Como

Corso Como: ragazzo preso a calci in faccia e colpito con una chiave inglese sulla testa

Arrestati due cittadini marocchini di 19 e 18 anni, già noti alle forze dell'ordine. Uno è fuggito

Immagine di repertorio

Preso a pugni in faccia, colpito con una bottiglia e una chiave inglese in testa e 'scalciato' su capo e torace anche quando era a terra. Serata da incubo per un giovane italiano di 20 anni, accerchiato e aggredito da tre malviventi nel pieno della movida milanese: corso Como.

Il pestaggio in corso Como

Ad interrompere il pestaggio, attorno alle 3.15 di martedì, ci hanno pensato i carabinieri della Pattuglia mobile di zona della Compagnia Duomo. I militari - due - si sono lanciati all'inseguimento dei tre aggressori, riuscendo a fermarne due. Si tratta di due cittadini marocchini di 19 e 18 anni, già noti alle forze dell'ordine. Il terzo complice è riuscito a fuggire.

La ricostruzione dei carabinieri

Stando alla ricostruzione dei carabinieri, la gang aveva aggredito il malcapitato per rapinarlo di uno smartphone Samsung Galaxy S7, recuperato. L'episodio è avvenuto di fronte ad una delle tante discoteche che animano la stradina della movida, quindi c'erano diversi testimoni.

Sul posto sono intervenuti anche i soccorritori del 118. Il personale sanitario ha trasportato il 20enne al Policlinico in codice giallo. Il giovane ha riportato diversi traumi al volto e in testa ma non è in gravi condizioni. Ora si indaga per risalire al terzo 'picchiatore'. 

Poco prima in corso Como era stato arrestato uno spacciatore (qui i dettagli).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Como: ragazzo preso a calci in faccia e colpito con una chiave inglese sulla testa

MilanoToday è in caricamento