rotate-mobile
Porta Nuova Isola / Via Federico Confalonieri

Nel Bosco Verticale è arrivato anche un ulivo dalla Liguria

L'albero è stato piantato il 13 aprile: donato dal comune di Lavagna e da una cooperativa, "impreziosisce" il grattacielo più bello del mondo

Chi meglio di un ulivo, pianta nazionale per eccellenza, può essere ospitato nel Bosco Verticale di Milano, il grattacielo definito da varie parti come il più bello del mondo? Ed ecco che un ulivo viene piantato nell'edificio firmato da Boeri Studio e diventato uno dei simboli della nuova metropoli milanese.

L'ulivo proviene da Lavagna, comune del Genovese, che lo ha donato (insieme alla cooperativa agricola Lavagnina). E' stato consegnato il 13 aprile e piantato in un appartamento al ventesimo piano del grattacielo. Sulla terrazza, naturalmente. Farà "compagnia" ad altre migliaia tra alberi e fiori. L'obiettivo è anche la promozione della cultura dell'oliva e del suo olio, di cui Lavagna e la Liguria sono "maestri". Tra gli "artefici" dell'operazione, il milanesissimo Carlo Fidanza, recentemente nominato direttore dell'agenzia di promozione turistica regionale "In Liguria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Bosco Verticale è arrivato anche un ulivo dalla Liguria

MilanoToday è in caricamento