rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Via Sarpi Chinatown Chinatown / Via Paolo Sarpi

Salvò migliaia di ebrei dai nazisti: Milano dedica una piazza all'ambasciatore cinese

Ho Feng Shan era console a Vienna nel 1938-39 e fornì passaporti cinesi a tutti gli ebrei austriaci che glieli chiedevano

Inaugurata la piazza dedicata a Ho Feng Shan, soprannominato lo "Schlindler cinese", diplomatico che, tra il 1938 e il 1939, quand'era console a Vienna, salvò migliaia di ebrei fornendo loro passaporti cinesi per farli fuggire dalle deportazioni. Nato nel 1901 e morto nel 1997, nel 1940 lasciò la capitale austriaca e, dopo la guerra, fu ambasciatore di Taiwan in diversi Paesi nel mondo: Egitto, vari Paesi del medio oriente, Messico, Bolivia e Colombia. 

Piazzetta Ho Feng Shan (Foto Comune Milano)

Si trasferì a San Francisco negli anni '70 e scrisse nel 1990 il libro "Quarant'anni della mia vita diplomatica"; nel 1997 spirò lasciando la moglie e una figlia. Nominato tra i Giusti delle Nazioni nel 2000, Milano gli ha dedicato un ricordo nel Giardino dei Giusti presso il Monte Stella e, ora, una piazzetta all'incrocio tra via Sarpi e via Lomazzo.

All'inaugurazione erano presenti tra gli altri la figlia Ho Manli, il presidente di Gariwo Gabriele Nissim, il rappresentante della comunità cinese a Milano Zhou Lixing e il presidente di Uniic Luca Sheng Song. Per il Comune di Milano c'era l'assessore alla cultura Filippo Del Corno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvò migliaia di ebrei dai nazisti: Milano dedica una piazza all'ambasciatore cinese

MilanoToday è in caricamento