Rho Via Magenta

Rincorre padre e figlio con un coltello in mano: nei guai un 38enne

È successo nella serata di sabato 2 luglio a Rho. L'uomo, pregiudicato, è stato indagato per minacce e danneggiamenti

Una volante (immagine repertorio)

Minacce aggravate e danneggiamenti. È l'accusa a cui deve rispondere un pregiudicato di 38 anni che avrebbe minacciato e rincorso con in mano un coltello due uomini: padre e figlio di 59 e 34 anni. È successo nella serata di sabato 2 luglio a in corso Garibaldi a Rho.

Tutto sarebbe iniziato fuori al bar Rossini quando padre e figlio avrebbero discusso con il 38enne. Toni accesi, senza alcuna aggressione. Dopo le parole grosse il pregiudicato si sarebbe allontanato dal locale minacciando di ammazzarli. Pochi minuti dopo sarebbe ritornato al locale con un coltello e avrebbe cercato di colpire padre e figlio. Loro non sono rimasti con le mani in mano: sono corsi a casa e hanno chiamato il 113.

Quando è intervenuta la volante i poliziotti hanno trovato la vetrata della porta d'ingresso in pezzi. Del 38enne però non c'era nessuna traccia, gli agenti lo hanno rintracciato nella sua abitazione qualche ora dopo mentre dormiva. Tra le mura di casa non è stata trovata la lama con cui avrebbe minacciato padre e figlio. Accompagnato in commissariato è stato indagato per minacce aggravate e danneggiamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincorre padre e figlio con un coltello in mano: nei guai un 38enne

MilanoToday è in caricamento