menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cocaina e i telefoni cellulari sequestrati

La cocaina e i telefoni cellulari sequestrati

Beccato con quattro chili di cocaina: arrestato

I carabinieri, dopo una rocambolesca fuga, hanno fermato uno spacciatore. Risultato record per i militari: tolti dalle strade dieci chilogrammi di cocaina in una settimana

I carabinieri della compagnia di Rho hanno inflitto un altro duro colpo al mondo dello spaccio. I militari, nella serata di venerdì, hanno rinchiuso nelle patrie galere un pusher, beccato con quattro chilogrammi di cocaina. Gli uomini del capitano Domenici, con questa operazione, hanno tolto dalle strade ben diechi chilogrammi di cocaina in circa una settimana. 

Tutto è iniziato con un normale controllo stradale. I carabinieri hanno imposto l'alt ad una Fiat Stilo, ma quest'ultima non si è fermata, anzi: il guidatore ha affondato il piede sull'acceleratore lanciandosi in una rocambolesca fuga. I militari dell'arma si sono lanciati subito al suo inseguimento. L'uomo alla guida della Stilo, durante la fuga ha cercato di sbarazzarsi di un borsone nero lanciandolo fuori ral finestrino. Dopo alcuni chilometri il fuggiasco ha abbandonato la sua autovettura cercando di scappare a piedi, ma è stato tutto inutile: i carabinieri lo hanno raggiunto.

In manette è finito F.C., nullafacente marocchino classe '84 residente a Baranzate. Il malvivente viaggiava con quattro chilogrammi di cocaina, tale sostanza è stata rinvenuta dalle forze dell'ordine nel borsone lanciato per strada durante la fuga in automobile. 

Il pusher è stato condotto in caserma per gli atti di rito e successivamente è stato dichiarato in stato di arresto. "Solo nelle ultime due settimane — scrivono i carabinieri in una nota diffusa agli organi di informazione — i militari della Compagnia hanno quindi recuperato quasi dieci chilogrammi di cocaina, oltre a 400mila euro provento di spaccio e arrestato cinque persone persone: due marocchini e tre albanesi , a significare che il traffico è ingente ma così pure l’azione di repressione del fenomeno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento