rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Rho Pregnana Milanese / parco del roccolo

Ampliamento cava Ate G7: il consiglio regionale dice di "No"

Il consiglio comunale lombardo ha votato all'unanimità contro l'ampliamento della cava tra Pregnana e Vanzago

La cava Ate G7 non sarà ampliata. Lo ha deciso il consiglio provinciale della Lombardia nella seduta di martedì 25 marzo. I consiglieri hanno approvato all’unanimità lo stralcio definitivo dell’ampliamento che era stato inizialmente previsto tra Pregnana Milanese e Vanzago, a ridosso dell’Oasi del Wwf. 

La decisione è scaturita anche dal fatto che l’’area prevista di espansione nel Comune di Vanzago è definita a destinazione agricola e il volume di materiale da estrarre (1.070.000 metri cubi) può essere ricavato dal solo ambito di Pregnana Milanese.

La fine di una lunga vicenda. L’ampliamento, richiesto dai proprietari dell'area, aveva generato diversi malumori nella zona. Diverse amministrazioni comunali avevano espresso il loro parere negativo e avevano presentato ricorso. Sull’ampliamento, inoltre, si era espresso negativamente anche il Consiglio di Stato. 

Soddisfatto Roberto Nava, sindaco di Vanzago: “Questo risultato si è raggiunto anche grazie alla tenacia e alla determinazione dell’amministrazione comunale che si è sempre opposta all’assurda decisione di ampliare l’ambito di cava a ridosso delle abitazioni di Valdarenne e Mantegazza e nelle immediate vicinanze del Boco del Wwf”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ampliamento cava Ate G7: il consiglio regionale dice di "No"

MilanoToday è in caricamento