rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Bollate Bollate / Via Madonna Fametta

«Troie in Parlamento», Battiato escluso dal Festival di Castellazzo

La giunta bollatese ha ritenuto inopportuna la presenza del cantautore siciliano nella 25ª edizione della rassegna musicale di Villa Arconati

Franco Battiato è stato escluso dal "Festival di Villa Arconati" che si tiene a Castellazzo di Bollate ogni luglio dell'anno. Questa è la notizia che fa discutere e che lancia la programmazione della famosa rassegna musicale, arrivata alla 25ª edizione (a cui parteciperanno altri big della musica come Goran Bregovic, i Buena Vista Social Club e Patty Smith).

L'esclusione del cantautore siciliano si è paventata dopo le dichiarazioni fatte dall'artista sulla vittoria di Roberto Maroni in Regione Lombardia: «A Milano ha vinto Ambrosoli, è la provincia a essere ancora ignorante». Questo uno stralcio dell'intervista che aveva rilasciato al "Il Fatto Quotidiano". Parole che risuonarono ancora più forti perché qualche giorno prima a Bruxelles aveva detto: «Queste troie che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa».

Bollate quindi non è stata a guardare ed è uscito un comunicato chiaro, a firma dell'intera giunta del Comune del sindaco Stefania Lorusso: «Avendo letto le dichiarazioni del signor Battiato, irrispettose delle istituzioni nazionali, delle donne e dei cittadini della provincia lombarda ed in generale di tutti quelli che non la pensano come lui, riteniamo inopportuna una sua eventuale partecipazione al Festival di Villa Arconati. Qualsiasi commento e valutazione sulle affermazioni di Battiato le ha fatte il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, togliendogli la delega alla Cultura».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Troie in Parlamento», Battiato escluso dal Festival di Castellazzo

MilanoToday è in caricamento