rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Bollate Bollate

Bollate, Comune "riciclone" oltre al 60% di differenziata

Su Legambiente il dossier sui Comuni "ricicloni". Bollate svetta con oltre il "60%" di raccolta differenziata. L'assessore Valentini: "Grande risultato"

"Una bella notizia per il Comune di Bollate, ma è necessario proseguire su questa strada e migliorarci continuamente”. Così l'Assessore all'Ambiente, Piergiorgio Valentini, commenta la notizia apparsa sul dossier pubblicato da Legambiente con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e riguardante l'indagine effettuata in tutta Italia al fine di mettere in evidenza quei Comuni che si sono distinti per aver superato la soglia del 60% nella raccolta differenziata dei rifiuti (obiettivo, peraltro, previsto dalla legge).

Nell'area del Nord Italia, sono 195 i Comuni con più di 10mila abitanti che hanno superato la soglia del 60% e, in questa classifica dei Comuni “virtuosi” c'è anche Bollate, che si è piazzato al 121esimo posto con i suoi 60,78 punti percentuale. "Innanzitutto vorrei ringraziare i cittadini di Bollate che con il loro quotidiano impegno hanno consentito di raggiungere questo importante obiettivo - continua l'Assessore Valentini -. Il nostro Comune gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti tramite la società in house Gaia Servizi srl che, nel corso degli anni, ha avuto come fine quello di massimizzare il sistema di raccolta delle diverse frazioni. Per questo motivo un grazie particolare va a tutto il personale di Gaia ed al suo responsabile del servizio".

"Il traguardo di percentuale di raccolta differenziata raggiunto dal Comune di Bollate non è però per noi inaspettato - prosegue -, ma è frutto di un preciso e costante impegno da parte dell'Amministrazione comunale, e di Gaia stessa, che lavorano affinché i cittadini possano essere sempre più sensibili rispetto a quest'argomento e perché siano spronati ad effettuare una sempre più corretta raccolta differenziata. Non nascondo che questo ambizioso risultato ci fa molto piacere, ma non vogliamo dormire sugli allori, perché siamo convinti che si possa e si debba fare ancora molto per migliorare soprattutto la qualità delle varie frazioni raccolte separatamente".

Tra gli obiettivi futuri sul fronte della raccolta differenziata a domicilio ci sono il miglioramento ulteriore della qualità della raccolta e la riduzione all'origine della produzione di rifiuti. Anche il controllo da parte del Comune di Bollate sarà più assiduo e accurato: a questo proposito, con l'autunno verranno attivati, in collaborazione con il personale di Gaia e della Polizia Locale, presidi sul territorio finalizzati, da un lato, ad incentivare i cittadini al rispetto delle regole e, dall'altro, ad individuare e sanzionare comportamenti irregolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollate, Comune "riciclone" oltre al 60% di differenziata

MilanoToday è in caricamento