Bollate Via Aldo Moro

Variato: «Su Urban Centre nessun giochino politico, ma Cormio sa…»

Il referente del Club Forza Silvio Groane di Bollate Francesco Variato entra nel dibattito sull'Urban Centre, nel merito di quanto accaduto in consiglio comunale, rispondendo al Movimento 5 Stelle

Il referente del Club Forza Silvio Groane di Bollate Francesco Variato entra nel dibattito sull’Urban Centre, nel merito di quanto accaduto in consiglio comunale settimana scorsa, anche rispondendo alle analisi del MoVimento 5 Stelle locale.

«Escludo nella maniera più totale accordi in maggioranza sulla questione Urban Center. Parlare di accordi per mandare avanti Fratelli d’Italia per fare “giochini” o calcoli elettorali è fuori dalla realtà».

«Fratelli d’Italia ha rapporti difficili con la maggioranza (non con noi del Club) da molto tempo e conoscendo personalmente la consigliera Elena Spandre (a cui mando i miei più cordiali saluti) sono sicuro che mai e poi mai farebbe le cose ipotizzate dal M5S».

«Si tratta quindi di dichiarazioni non fondate perché Fratelli d’Italia ha semplicemente cambiato opinione sull’Urban Centre definendolo allo stato delle cose “opera non più necessaria”».

«Sottolineo tuttavia, che “l’affaire” Urban Center è sempre stato competenza dell’assessore Matteo Cormio e quindi bisognerebbe chiedere a lui il perché e il per come di tutta questa penosa vicenda visto che a un certo punto ha rimesso la delega lasciando il lavoro incompiuto al sindaco Stefania Lorusso».

«E’ a Cormio che devono andare le attenzioni del M5S e a lui devono essere poste tutte le domande».

«Mi preme sottolineare che Stefania Lorusso, su questa vicenda è stata lasciata sola e che questo non è corretto (non mi riferisco al consiglio comunale) perché posso assicurare che, da quando ha preso la delega all’urbanistica, ha dato tutta se stessa per poter “aggiustare” questa fantasmagorica vicenda».

«Concludo con una promessa ai cittadini e ai comitati di quartiere: il nuovo corso di Forza Italia vi è vicino, noi non permetteremo che ci siano soluzioni non condivise e vigileremo sull’intera vicenda senza preclusioni verso nessuno».

«Senza alcuna polemica, esorto quindi anche il M5S (a cui va il mio rispetto politico) a essere più costruttivo visto che gli interlocutori di Forza Italia sono cambiati».

«Noi siamo per una Bollate più bella, funzionale e per un Contratto di Quartiere che non determini più frizioni tra politica e cittadino».

«Vi invitiamo quindi a essere di supporto al nostro movimento segnalandoci qualsiasi problema di cui saremo lieti di interessarci».

«Ricordiamo sempre a tutti che una cosa giusta non è nè di destra e nè di sinistra è semplicemente una cosa giusta. Noi cercheremo di fare cose giuste con il consiglio e l'aiuto dei cittadini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variato: «Su Urban Centre nessun giochino politico, ma Cormio sa…»

MilanoToday è in caricamento