menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comune di Bollate

Il Comune di Bollate

Consiglio sul bilancio a rischio, Lega e opposizione disertano?

Nella giornata di martedì 2 luglio il sindaco ha chiesto ai capigruppo dell'opposizione di presentarsi in aula nel consiglio comunale del 3 luglio perché non è garantito il numero legale. E' spaccatura con la Lega Nord?

Nella serata di mercoledì 3 luglio in aula consiliare di Bollate è previsto l'importante consiglio comunale sull'approvazione del bilancio. Un momento importante per l'amministrazione bollatese per un tema cardine e vitale.

Non tutto però dovrebbe andare come di norma. Nella giornata di martedì 2 luglio, precisamente alle 18.30, il sindaco Stefania Lorusso e il presidente del consiglio comunale Carlo Costa hanno convocato per una riunione straordinaria i capigruppo dell'opposizione (peraltro interrompendo i lavori della commissione tecnico-urbanistica in pieno svolgimento).

Il motivo? Pare che non ci sia il numero legale di consiglieri comunali di maggioranza per fare partire i lavori del 3 luglio perché saranno sicuramente assenti i quattro consiglieri della Lega Nord (il capogruppo Francesco Matera, Angela Carcano, Vitonicola Lovreglio e Federico Magnifico). Il sindaco quindi ha invitato i capigruppo delle minoranze per chiedere loro di presenziare così da poter far svolgere il consiglio senza doverlo rimandare. Quindi lo svolgimento del consiglio comunale è a rischio.

Voci di corridoio danno per certa la decisione da parte dell'opposizione (Pd, Sel, Federazione della sinistra e Fratelli d'Italia) di non presentarsi il 3 luglio in consiglio, di fatto non facendo approvare il bilancio.

E' altresì strana la contemporanea assenza di tutti e quattro i consiglieri della Lega Nord, che della maggioranza fa parte e che ha avuto più di un mal di pancia in questo ultimo periodo. Che sia il preludio di una spaccatura all'interno dell'amministrazione comunale?

Di certo al Partito Democratico questo farebbe molto comodo e asseconderebbe il tentativo di sommossa della Lega sicuramente, se così fosse. Nel caso il 3 luglio il consiglio comunale andasse "deserto", si tenterebbe la replica il 4 luglio (e il 5 luglio, come da norma) e non è detto che qui il Pd (il partito con più consiglieri nell'opposizione) possa decidere di presenziare, magari per prendersi "il merito" di aver fatto approvare il bilancio a una maggioranza che non c'è più. 

Rumors raccontano anche di una spaccatura all'interno del Pd, con qualcuno che non vorrebbe proprio prendere parte ai lavori nel caso in cui si decidesse di andare in aula il 4 luglio. Comunque per l'approvazione del bilancio c'è tempo fino a settembre, ma certo non garantire il numero legale in aula da parte di una maggioranza non è mai una bella cosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento