Bollate Via Aldo Moro

Agenzia di scommesse senza licenza e benzinaio "furbetto"

Polizia locale di Bollate in azione in questo inizio di 2014. Beccati un senegalese irregolare, un benzinaio che non esponeva i prezzi e un'agenzia di scommesse irregolare. Boniardi: «Attività intensa e costante»

Inizio di anno con numerosi controlli da parte della polizia locale a Bollate che hanno portato a diversi fermi, multe e denunce. Queste le più eclatanti.

Martedì 7 gennaio, durante il mercato centrale in piazza della Resistenza, è stato fermato e accompagnato in questura per le procedure di identificazione ed espulsione una persona di nazionalità bengalese perché, priva del permesso di soggiorno, esercitava il commercio di ortaggi senza autorizzazione. Si è proceduto al sequestro della merce e alla denuncia per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello stato.

Giovedì 9 gennaio, sulla base di segnalazione da parte di una cittadina, è stato effettuato un controllo su un distributore di carburante di Via Pellico. Dal controllo è emerso che il gestore, presumibilmente la compagnia petrolifera in via diretta, ometteva di indicare i prezzi dei carburanti all'ingresso dell'area. Inoltre non era stata effettuata la prevista verifica metrica periodica delle pompe di erogazione.

Sabato 11 gennaio, sulla base di una segnalazione dell'Ufficio Commercio, veniva controllata un'agenzia di scommesse sul territorio bollatese. Un Agente in borghese chiedeva di effettuare una scommessa consegnando il relativo importo ed acquisendo il relativo scontrino di giocata: al successivo controllo risultava che il gestore non era in possesso della licenza per l'esercizio di scommesse rilasciata dalla Questura, prevista dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e la cui mancanza costituisce reato. A quel punto si è proceduto con la denuncia.

«Un’attività intensa e costante - commenta Fabio Boniardi, assessore alla Sicurezza del Comune di Bollate – che ci consente di monitorare i diversi aspetti della vita cittadina e di dedicare attenzione anche a temi socialmente sensibili, che possono avere risvolti negativi sulla qualità della vita di tutti noi».

Termina Boniardi: «È il caso delle scommesse illegali individuate dalla polizia locale e su cui siamo immediatamente intervenuti. Intervento che dà anche concretezza alla battaglia ideale avviata da questa amministrazione contro il gioco d’azzardo attraverso la promozione della raccolta firme».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenzia di scommesse senza licenza e benzinaio "furbetto"

MilanoToday è in caricamento