menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ben 30 le violazioni al codice della strada

Ben 30 le violazioni al codice della strada

Operazione "Smart" di polizia locale e carabinieri, 30 violazioni su 98 controlli

Quasi un terzo dei veicoli controllati dagli agenti di polizia locale e dai militari dell'arma dei carabinieri sono risultati passibili di sanzione durante l'operazione "Smart" promossa da Regione Lombardia

Si è svolta sabato 9 luglio e domenica 10 a Bollate la serata "SMART - Servizio di Monitoraggio Aree a Rischio del Territorio". Si tratta di un'iniziativa promossa dalla Regione Lombardia che ha la finalità di coordinare sul territorio le azioni di controllo delle polizie locali dei Comuni aderenti.

Fedele alla tradizione di collaborazione istituzionale, la Città di Bollate ha aderito anche per il 2016 all'iniziativa, insieme ad altri 77 Comuni. Il servizio ha visto coinvolti sette operatori del Comando, suddivisi in tre pattuglie che hanno presidiato tre diversi luoghi del territorio cittadino: via Pace all'intersezione con la via Don Minzoni, via Milano civico 71 (ex Statale Varesina) e via Vittorio Veneto di fronte a via Vespucci.

Vero punto di novità di quest'anno, la proficua collaborazione con l'arma dei Carabinieri: una pattuglia della locale tenenza si è affiancata per tutta la serata agli operanti della polizia locale effettuando controlli stradali.

Il bilancio della serata fa emergere un rilevante numero di violazioni in rapporto ai veicoli fermati: su 98 veicoli controllati sono state accertate 30 violazioni: 10 per mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, 1 per utilizzo di cellulare durante la guida, 4 per omesse revisioni, 2 per patenti scadute che sono state ritirate, 1 per mancata copertura assicurativa del veicolo che è stato sequestrato, 7 per mancanza dei documenti di guida e di circolazione al seguito, 4 per dispositivi del veicolo non funzionanti (fari), 1 per la mancata radiazione di veicolo straniero in Italia e 1 per accertamento alcoolimetrico con pretest che ha dato esito negativo.

Così l'assessore alle politiche alla sicurezza Marco Marchesini: «E' necessario che la Regione incrementi le risorse a disposizione dei Comuni per potenziare il servizio di polizia locale sul territorio. Ancora una volta si dimostra, con i risultati, che il corpo di polizia locale, liberato dai compiti d'ufficio prettamente amministrativi, è in grado di sviluppare politiche attive di controllo del territorio, anche grazie alla collaborazione con la tenenza dei carabinieri, che ringrazio per la disponibilità alla collaborazione interforze».

Chiude l'assessore: «Il controllo dei veicoli si rivela decisivo ai fini della vigilanza del territorio e costituisce un compito primario per garantire la sicurezza e l'incolumità dei cittadini. Un ringraziamento, quindi, al comandante, agli ufficiali e agli agenti che hanno da subito manifestato la loro adesione al progetto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento