menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Stefania Lorusso e l'assessore Fabio Boniardi nel momento dell'inaugurazione

Il sindaco Stefania Lorusso e l'assessore Fabio Boniardi nel momento dell'inaugurazione

Palazzetto dello sport di via Varalli, convenzione da 650.000 euro

Nel recente consiglio comunale di Bollate l'argomento trattato più importante è stato sicuramente l'approvazione della convenzione tra la Provincia di Milano e il Comune di Bollate per l'utilizzo e la manutenzione del Palazzetto e del campo da calcio. Ecco tutti i dettagli

Un capitolo consistente dell'ordine del giorno dell'ultimo consiglio comunale di Bollate è stato l'approvazione della convenzione tra la Provincia di Milano e il Comune di Bollate per l'utilizzo e la manutenzione del Palazzetto e del campo da calcio del centro sportivo scolastico provinciale di Bollate in orario extrascolastico.

A spiegare bene la vicenda ci ha pensato l'assessore allo sport Fabio Boniardi: «Il Palazzetto di via Varalli, nonostante i ritardi accumulati a causa del fallimento dell'impresa costruttrice, è arrivato alla fine della costruzione (partita nel 2007, ma che ha rischiato di rimanere incompiuta)».

Continua l'assessore: «650.000 euro è il pagamento che spetta a Bollate per l'opera e con la Provincia abbiamo concordato una rateizzazione in tre rate. Abbiamo dovuto contrattare con la Provincia perché avrebbe voluto il pagamento subito al momento del collaudo della struttura, ma abbiamo fatto presente che eravamo in difficoltà e quindi abbiamo trovato questo accordo».

Boniardi scende nello specifico della convenzione: «La durata è di 15 anni a canone zero e le società sportive hanno già individuato l'azienda di pulizie (che è la stessa che si occupata della scuola) perché della pulizia in orario extrascolastico (la struttura è usata anche dai ragazzi della scuola, ndr) se ne devono occupare loro. Per la Provincia il Palazzetto è una palestra della scuola mentre il campo da calcio ha dei problemi di omologazione quindi per ora possono giocarci al massimo squadre che militano in Seconda Categoria (quindi non la Bollatese che è attualmente in Prima, ndr)».

Per quanto riguarda la manutenzione: «Il Comune si fa carico per alcune manutenzioni ordinarie mentre le manutenzioni straordinarie sui vizi della struttura saranno a carico della Provincia (per esempio per l'illuminazione e la pavimentazione sono già stati riscontrati problemi, ndr). Una parte degli spogliatoi saranno uso esclusivo della scuola, un'altra delle società sportive». Conclude Boniardi: «Il Palazzetto è sicuramente una bella struttura che si può utilizzare per più attività sportive ed è un fiore all'occhiello per la nostra città».

Dai banchi del Pd si sono levate le due osservazioni più interessanti. La prima a nome di Alberto Grassi: «Quello del Palazzetto è un iter che parte da lontano e ha radici nella passata amministrazione. E' stato raggiunto un epilogo adeguato e un risultato positivo. Positivo però se i prescinde dal costo economico perché le cifre ci dicono che i costi per il Comune sono a fondo perso. Il Comune comunque deve avere chiaro in testa che bisogna sostenere le società sportive che fanno opera di aggregazione, socialità e comunità, anche perché suppliscono a una carenza del nostro territorio, privo di luoghi di aggregazione».

Interviene anche il neo consigliere del Pd Giuseppe Meroni per puntualizzare: «Ritengo che il periodo per arrivare alla convenzione sia stato decisamente troppo lungo, ma accetto la giustificazione di Boniardi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento