Mercoledì, 16 Giugno 2021
Bollate Via Aldo Moro

Consiglio "notturno", De Ruvo getta acqua sul fuoco: «Serve per Gaia»

Il consiglio comunale che si è svolto il 14 ottobre si è svolto fino a notte inoltrata, tra le polemiche dell'opposizione, l'assessore al bilancio spiega: «Atto di particolare urgenza perché dà il via alla fusione tra Gaia Sus e Gaia Servizi»

L'andamento societario e la presentazione dei Bilanci d'esercizio 2014 delle società del gruppo Gaia Servizi e delle sue controllate Gaia Sus e Gaia Luce.

Questi i temi all'ordine del giorno del consiglio comunale che si è svolto il 14 ottobre 2015 e che ha visto l'intervento dei presidenti delle società partecipate Franco De Angeli per Gaia Servizi e Fabrizio Robbiano per Gaia SUS, insieme al direttore generale delle due aziende Giuseppe Vassallo.

Dopo una descrizione delle attività svolte e dei risultati raggiunti per l'esercizio in esame, i rappresentanti di Gaia hanno risposto a diverse domande poste dai consiglieri che hanno chiarito meglio i dati e la documentazione trasmessa, come già avvenuto durante la commissione tecnico finanziaria precedente al consiglio.

I lavori del consiglio comunale sono poi proseguiti con la presentazione delle linee di indirizzo per Gaia Servizi, già esaminate dalla giunta e relative all'anno 2015.

Forte la polemica in questo caso per l'orario (notte inoltrata) in cui si è discusso e votato, a spiegare il motivo di questa scelta è l'assessore al bilancio Giuseppe De Ruvo, che fortemente ha voluto che il consiglio comunale si prolungasse fino a tarda ora: «Era un atto di particolare urgenza perché, oltre alle indicazioni generali di rispetto delle norme, dava mandato ai vertici di Gaia Servizi e Gaia Sus di elaborare una proposta di accorpamento delle due società e conteneva ulteriori indicazioni in merito alla razionalizzazione delle partecipate, come indicato dalla delibera di giunta dello scorso 29 settembre in cui si deliberava la cessazione della società Gaia Luce».

I tempi programmati per questo riassetto infatti, sono i seguenti: per Gaia Luce: liquidazione entro 31/12/2015; per Gaia Sus: fusione per incorporazione in Gaia Servizi entro giugno 2016 (come detto anche in occasione del rinnovo fino al 30/06/2016 del Cda di Gaia Sus, in deroga a quanto previsto dallo Statuto) e valutazione della possibilità e modalità di fusione con effetto dal 31/12/2015.

Chiude De Ruvo, cercando di spegnere le polemiche delle opposizioni che hanno abbandonato l'aula (ma c'è stato qualche mugugno anche tra le fila della maggioranza): «Considerato il poco tempo che manca alla chiusura dell'esercizio 2015 il consiglio comunale a breve dovrà tornare sull'argomento per approvare gli atti relativi a questa operazione, pensata e concepita, lo ribadisco, in un'ottica di razionalizzazione e di riduzione delle partecipazioni, oltre che nel rispetto della normativa vigente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio "notturno", De Ruvo getta acqua sul fuoco: «Serve per Gaia»

MilanoToday è in caricamento