menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La locandina del Festival Boreal

La locandina del Festival Boreal

"Festival Boreal" dei naziskin, si terrà nell'hinterland di Milano

Il prossimo raduno naziskin è previsto nel Nord Milano tra il 12 e il 14 settembre. L'evento, chiamato "Festival Boreal", è organizzato da Forza Nuova e conta di fare arrivare nell'hinterland milanese centinaia di estremisti da tutta Europa

Agosto è quasi ormai alle spalle e non manca più molto al prossimo raduno naziskin, previsto nel Nord Milano tra il 12 e il 14 settembre.

Il maxiraduno, chiamato "Festival Boreal" è organizzato da Forza Nuova e conta di fare arrivare in Italia centinaia di estremisti da tutta Europa per una serie di meeting e concerti musicali (per esempio gli spagnoli di Democracia Nacional, i croati del Partito puro dei diritti, i francesi di Renouveau francais, gli svedesi del Nordisk Ungdom, i norvegesi di Malmannen e i fiamminghi di Voorpost).

L'evento è già stato condannato, ancora prima di essere ufficializzato dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dall'associazione provinciale dei partigiani (anche quella locale di Bollate ha voluto dire la sua). L'intento dell'Anpi sarebbe quello di volere impedire la kermesse, ma sarà dura.

Intanto si moltiplicano le voci sul luogo in cui si svolgerà tale manifestazione. Sul sito web di Forza Nuova si parla genericamente di Nord Milano perché un luogo ufficiale ancora non è stato comunicato. Si era vociferato di Milano (ma Pisapia ha subito condannato la possibilità), così come era uscito il nome di Bollate (in cui si trova una nota Skin-House).

L'ultima ipotesi è che il raduno si svolga a pochi passi da Monza: per la precisione a Seregno. Nella città brianzola i naziskin potrebbero trovare ospitalità nella "Fraternità sacerdotale di San Pio X" che nel 2012 ha acquistato un capannone industriale da 500 metri quadrati per celebrare la messa in latino ogni domenica. Ma questa è soltanto una voce, probabilmente nemmeno l'ultima prima dell'ufficialità.

Nonostante le condanne da parte di diversi Comuni che non vorrebbero ospitare l'evento, essendo una manifestazione di natura politica, l’unico obbligo da ottemperare sta in una comunicazione da inviare tre giorni prima alla questura competente. Alla polizia il compito di verificare l’esistenza di eventuali problemi per l’ordine pubblico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento