rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Bollate Bollate / Via Aldo Moro

Lorusso: «Serve coraggio per ripartire da zero con Gaia Servizi»

Al termine di un'accesa discussione in aula consigliare il sindaco Stefania Lorusso ha chiuso con un intervento che guarda al futuro: «Il mio invito è quello di proseguire insieme sul cammino avviato»

Si è svolto lunedì 16 dicembre 2013 il consiglio comunale di Bollate con all’ordine del giorno l’informativa sull’andamento consuntivo e previsionale di Gaia Srl, la società di servizi partecipata del Comune di Bollate.

Come già abbiamo raccontato, a presentare la situazione generale è stato il presidente di Gaia Franco De Angeli che ha illustrato, uno a uno, tutti i servizi: dalla manutenzione del verde alle strade, dagli immobili comunali alle affissioni, dalla vendita gas ed energia alla gestione calore, dal piano sosta all’arredo urbano, dall’edilizia residenziale all’illuminazione pubblica, per finire con i rifiuti.

Dopo un acceso dibattito in aula, a tirare le conclusioni è stata il sindaco Stefania Lorusso che ha evidenziato la necessità di andare oltre le polemiche e le rotture e di ripartire da zero.

«Non è, e non è mai stata, volontà di questa amministrazione - ha detto il sindaco Lorusso – chiudere i battenti di Gaia. Quando siamo arrivati, tre ani fa, abbiamo avuto la necessità di comprendere bene le problematiche di una società complessa».

Ha continuato il sindaco: «Comprenderne la realtà profonda per poter fare ragionamenti a freddo e scelte strategiche non affrettate. Non siamo certamente stati aiutati da una situazione normativa nazionale mutevole che, spesso, ci ha costretti a modificare scelte e strategie ma che non ha mai modificato di una virgola la nostra intenzione di correggere i conti, risanare la società e costruirle un futuro solido».

«Abbiamo avuto la necessità di ristrutturare la spesa pubblica – ha spiegato il sindaco -, anche in funzione dei minori trasferimenti fatti dallo stato (4 milioni di euro in meno) e dei mutui in essere (10 milioni di euro), cercando di mantenere inalterata la qualità dei servizi per i cittadini».

Ancora il sindaco: «Le stesse politiche di razionalizzazione, tagli della spesa e mantenimento dei servizi messe in atto per la macchina comunale le abbiamo chieste anche a Gaia. Errori ne sono stati fatti in passato e, forse, ne abbiamo fatti anche noi, ma in buona fede e con l’obiettivo chiaro di risanare una società che, come si comprende anche da questo consiglio comunale e dagli interventi ascoltati, dovrebbe stare a cuore a tutti».

«Proprio per questo -  ha concluso il sindaco Lorusso - il mio invito è quello di proseguire insieme sul cammino avviato. Ripartendo dall’anno zero di Gaia Servizi, con coraggio e determinazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lorusso: «Serve coraggio per ripartire da zero con Gaia Servizi»

MilanoToday è in caricamento