menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Bollate Stefania Lorusso

Il sindaco di Bollate Stefania Lorusso

Case Aler di via Turati, Lorusso: «Basta rinvii, sei mesi sono troppi»

In merito al via definitivo dei lavori di via Turati a Bollate, deliberato mercoledì 4 dicembre in mattinata dalla giunta regionale, il sindaco di Bollate Stefania Lorusso ringrazia, ma attacca le lungaggini

In merito al via definitivo dei lavori di via Turati a Bollate, deliberato mercoledì 4 dicembre in mattinata dalla giunta regionale, il sindaco di Bollate Stefania Lorusso prima ringrazia: «Ringrazio il consigliere regionale Fabio Altitonante (che ha posto l'interrogazione per FI-Pdl, ndr) per essersi interessato, e non da oggi alla questione di via Turati. E ringrazio l’assessore regionale Paola Bulbarelli (ha detto che entro giugno 2014 sarà individuata una soluzione alternativa e avviati i lavori di riqualificazione, ndr) per essersi spesa personalmente».

Poi critica: «Ritengo però che la situazione di via Turati sia al limite della sopportazione. È arrivato davvero il momento di mettere la testa e l’impegno da subito, e non tra sei mesi, su interventi che sono necessari e non più rimandabili».

Prosegue il sindaco: «Bollate è scesa in campo al fianco dei cittadini e ha richiesto un tavolo tecnico risolutivo, non di mero dialogo. Ci attendiamo una convocazione entro il mese di dicembre».

Ancora Lorusso: «I cittadini che abitano in quel complesso vivono in condizioni indecenti, sia dal punto di vista sociale che abitativo e le soluzioni sono sospese da anni».

Termina il primo cittadino: «Da anni si rimandano persino le manutenzioni straordinarie con la scusa del Contratto di quartiere. Non è più tempo di attendere. Nemmeno sei mesi».

Ricordiamo che la vicenda delle case di via Turati risale al 2005 e prevede un cofinanziamento di Regione Lombardia di oltre 9 milioni di euro e riguarda 600 famiglie residenti nell’area, per una superficie complessiva di 100mila mq.

Così invece Altitonante: «Sono molto soddisfatto dell’impegno assunto dall’assessore e spero che entro tale data si arrivi all’avvio dei lavori. Si volta pagina: da parte mia mi impegno a seguire con attenzione il nuovo percorso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento