menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Lorusso di Bollate

Il sindaco Lorusso di Bollate

Via Turati, Lorusso: «Tappe decise, case decorose per i cittadini»

Il sindaco Lorusso di Bollate annuncia forse la svolta definitiva per la riqualificazione dei caseggiati di via Turati: «I bollatesi non meritano questo: hanno il diritto di vivere in case dignitose»

Avvio dei lavori entro la primavera. Disponibilità delle risorse regionali (oltre 9 milioni di euro) sul Contratto di quartiere di Bollate

Apertura del tavolo tecnico, come richiesto dal sindaco Stefania Lorusso, e chiusura entro il 31 dicembre con tutte le date certe sul proseguimento degli impegni.

Sono questi i risultati dell’incontro che si è tenuto lo scorso giovedì 19 dicembre a Bollate tra amministrazione comunale, Regione Lombardia, rappresentata dall’assessore alla casa e all’housing sociale Paola Bulbarelli, e Aler.

Tema, il Contratto di quartiere di via Turati e l’avvio dei lavori di ristrutturazione del degradato complesso residenziale.

«Apprezzo la visita dell’assessore Bulbarelli e il suo impegno a rivederci in via Turati a gennaio – ha detto il sindaco Lorusso. - E’ la prima volta che Regione Lombardia si muove per toccare con mano la situazione di via Turati e l’abbiamo molto apprezzato».

Continua il sindaco: «Dopo anni di rinvii e scuse, infatti, non possiamo più attendere. So bene che ci sono altri contratti di quartiere in attesa in altri Comuni e a Milano, ma a me interessa Bollate, la mia città, i miei cittadini».

E ancora; «Dare a loro le risposte adeguate rispetto a una situazione che non è più sostenibile. Anche perché il degrado degli immobili in cui vive la gente di via Turati si trasforma in una mortificazione personale. E i bollatesi non meritano questo: hanno il diritto di vivere in case dignitose».

«La sistemazione delle case Aler è una priorità di questa amministrazione – conclude il sindaco. - Sono certa che i problemi possano essere superati se ci mettiamo tutti l’impegno che serve. Concretamente e non solo di facciata».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento